Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
26 giugno 2014 4 26 /06 /giugno /2014 08:39

In un centro commerciale della mia città hanno costruito una specie di gabbiotto colorato "per le mamme", un luogo dove allattare tranquilli e beati, al riparo da sguardi indiscreti con le pareti disegnate da tenui motivi floreali. Una specie di prigione, a dirla tutta, colorata e pitturata in colori tenui, ma la sostanza non cambia.
Nella civilissima Ikea, top svedese nella parità uomo e donna al cesso grazie ai cd. bagni per famiglie e ai seggiolini su cui legare i neonati mentre fai pipì, non è che vada meglio.
Una bellissima sedia vista tangenziale, isolata dal resto del mondo da una parete di bambù, fatta apposta per le donne che allattano. Un luogo tranquillo, calmo e molto molto isolato dal resto dei tavoli.
Peccato che io non abbia usato quella zona, ma abbi allattato in mezzo all'altra gente che faceva merenda, senza peraltro che nessuno avesse nulla da ridire o mi guardasse in modo strano. Oppure, se l'ha fatto io non l'ho visto.

Almeno stavolta. Perché a volte mi è capitato di essere guardata in modo particolare, spesso con curiosità o addirittura tenerezza. Ma con lascivia, per fortuna, anche perché penso che non ci sia niente di meno erotico di una donna che allatta al seno, pure se c'ha una tetta di fuori. Via, siamo seri, se lo trovate sexy fatevi curare.
Da uno bravo.
Tanto bravo.

Perché se nell'allattare qualcuno trova ci sia qualche cosa di offensivo, allora anche io avrei molto da dire su tante altre cose ben peggiori. Vogliamo parlare della moda più inspiegabile di quest'anno, ovverosia le calze nere velate sotto gli shorts? Già gli shorts se ha più di quattordici anni sono vietatissimi come direbbe Enzo Miccio, con le calze nere sono rivoltanti.

Per dire.
Ma torniamo a noi.


Non voglio dire che ci sia malafede o voglia di ghettizzazione, forse semplicemente per molte istituzioni ed esercizi commerciali creare spazi appositi per allattare, confortevoli sebbene molto isolati, ben distanziati dalle persone normali, è inteso come un gesto delicato, che possa mettere a proprio agio le donne. Secondo me però è un gesto carino che finisce per far sentire ancora più sole donne che vivono un periodo complicato dell'esistenza in cui più che mai si ha bisogno degli altri e di una parvenza di normalità.

Allattare è un gesto naturale, perché nascondersi? E' vero, alcuni bambini possono irritarsi se non mangiano in un luogo tranquillo, ma magari si tratta solo di abitudine. Mia figlia, ad esempio, non fa prigionieri, dove si trova va sempre bene purché si mangi ed è pronta a lanciare il suo sguardo interrogativo più esauriente a chi la guarda anche solo con curiosità.

E voi che ne pensate?
Una donna che allatta offende la vostra visione del mondo e ?
Oppure lo trovate un gesto tenero e quotidiano?
Pensate vada fatto solo a casa o con la massima libertà?

 

Raccontatemi le vostre esperienze!

Condividi post

Repost 0

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code