Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 novembre 2014 2 04 /11 /novembre /2014 13:18

Ha cominciato la gnocca, con un po' di raffreddore.
E poi la tosse, canina e catarrosa.
E la febbre.

E' l'asilo, dicono, il primo anno pare che sia uno scotto impossibile da non pagare.
E giù aerosol, gocce, sciroppino omeopatico che ne potresti bere una mezza confezione tanto non fa una cippa, palliativi vari ed assortiti.
Poi è arrivata la febbre. Non tanta, ma abbastanza per non andare all'asilo e far saltare per aria tutte le bella abitudini appena consolidate.
E per trasformarla in un'arma batteriologica di distruzione di massa.

Già, perchè ora che finalmente lei sembra (e dico sembra incrociando tutte le dita delle mani e dei piedi) uscita dal tunnel e sgombra dall'assistenza indesiderata di antibiotici e succedanei tutto il parentado intorno a lei ha iniziato a crollare.
La prima, ovviamente, è stata la mamma,  ma a ruota sono seguiti i nonni e poi gli zii preferiti. Perché far fare a tua sorella e al suo compagno la madrina ed il padrino al battesimo se poi non possono godersi in ogni senso tua figlia? Bacilli compresi, ovvio.
Non è difficile prenderla con un mostriciattolo di dieci chili che ti abbaia in faccia tutto il suo disappunto. E che vuole le coccole. E sbava.

Che poi io odio l'aerosol e non lo farò MAI, chiaro? 
Sì certo, Emma lo fa eccome anche se strepita.  

E quindi?

Condividi post

Repost 0

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code