Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 febbraio 2015 4 19 /02 /febbraio /2015 14:00

La fame nel mondo è una realtà oggettiva e non lo nega nessuno.
Però è anche una realtà che ci sembra lontana, legata alle immagini impietose che ci rimanda la televisione di bambini malnutriti e divorati dalle mosche. Immagini crude, forti, ma spesso assimilabili nella nostra mente ai film di fantascienza o catastrofici che passano nelle giornate d’inverno. Sarà vero? Sì, ma è lontano. Irraggiungibile. Astratto.
Non ci riguarda.
Non ha nome.

Per questo il WFP (World Food Programme) ha lanciato la campagna 805 milioni di nomi con testimonial il calciatore del PSG Zlatan Ibrahimovic. L'attaccante ha giocato la partita contro il Caen con, tatuati sul corpo, i nomi di decine di persone che soffrono la fame proprio per sostenere l'iniziativa del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite.

Nel mondo, circa 805 milioni di persone, soprattutto bambini, non hanno cibo a sufficienza, non hanno nemmeno la prospettiva del domani, non sono nemmeno un nome da ricordare. Il WFP prevede di fornire oltre 17 miliardi di razioni alimentari giornaliere in 150 progetti a beneficio di circa 78 milioni di persone in 76 paesi. 
Sembra una goccia nel mare eppure il WFP gestisce il più ampio network di transporti dell'intera comunità umanitaria. Ogni giorno, 5.000 camion, 50 aerei e 30 navi consegnano cibo in tutto il mondo. 
Si potrebbe fare di più, magari anche solo con una piccola donazione.

Diamo un nome a chi non ha nulla.
Diamogli la dignità.

Regaliamo la possibilità di immaginare un domani.

 

Condividi post

Repost 0

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code