Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
26 marzo 2015 4 26 /03 /marzo /2015 17:00

Non è stato un inverno semplice, no.
Non voglio drammatizzare, c'è di peggio, per carità. Ci sono pargoli che stanno male sul serio, al di là dei virus di stagione che ci siamo beccati noi senza sosta e sono ben altra cosa.
Però, cazzo.
Da gennaio ad oggi Emma sarà stata bene dieci giorni, comincia a diventare stancante ed anche abbastanza ridicolo, oltre che frustrante per lei. 
Povera piccola, lei vorrebbe solo ridere e giocare, ma questi virus proprio non la lasciano in pace. Complice il primo anno di asilo e la innata sua capacità di scambiare il ciuccio con chiunuqe gli stia simpatico (ragazza generosa, se continua così non credo che il padre sarà molto contento), ci siamo presi un carnet di malattie stagionali di tutto rispetto, arrivando ad essere incoronate molestatrici numero uno del povero pediatra della Asl.
Bronchiti, tonsilliti, raffreddori, virus intestinali, influenza: l'album delle figurine delle malattie stagionali è ormai completo e questo fa di noi dei veterani assoluti.
O, almeno, questo credevamo.
E invece no, proprio no.

Quando tutto lasciava presagire uno scivolare lento verso una primavera fatta di primule ed altalene, risate e ginocchia sbucciate, ecco qui che ci siamo di nuovo. L'espediente? L'ultimo, maletdetto richiamo del vaccino esavalente, che nel giro di dodici ore scarse ci ha fatto ripiombare nell'inverno. Non è che sto tempo del piffero aiuti, eh. 
Fatto il vaccino lunedì la febbre alta ha bussato ancora alla porta della nostra casetta sulle colline del lago, facendo svenire propositi e sogni di gloriose passeggiate.

E' colpa del vaccino.
Sono i denti.
E' l'ennesima influenza.
Sono stati i vaccini cattivi. Cattivi cattivi.
E' la gola.
E se fossero le orecchie?

I pareri sono variabili e discordanti, in realtà arrivati a questo punto non credo abbia più importanza a patto che passi il prima possibile. E se è vero che tutto è iniziato con quello stramaledetto richiamo, mi pare evidente che non possa essere solo quello.
Il pediatra, piegato dalla mia attività di stalkeraggio, mi ha prescritto per la pupa pure un antibiotico da usare qualora la febbre non voglia passare.

 

Noi, intanto, aspettiamo alla finestra.

 



 

Condividi post

Repost 0

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code