Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
29 marzo 2016 2 29 /03 /marzo /2016 19:00

Ho avuto l'influenza.
Ho avuto l'influenza e non ero affatto preparata, sia dal punto di vista fisico sia da quello mentale, caratterizzato dall'impossibilità di gestire Emma da sola con 39 e oltre di febbre.

Non ero preparata a giorni di oblio, in cui vedere la televisione sembrava un passatempo difficilissimo e concentrarsi la più difficile delle attività.

Giorni in cui, per massima sfiga, ero pure sola perché l'Amoremio era lontano per lavoro. 

Giorni in cui un bronzo in plastica smaltata a grandezza naturale per i miei genitori è, checchè ne dica il sig. Volpe, comunque troppo poco se paragonato alla pazienza innaturale con cui mi hanno sopportato.  

E' arrivata l'influenza e mi ha atterrata, consentendomi di apprezzare l'alta qualità della televisione in Italia, di drogarmi di Real Time e di scoprire che esistono davvero tantissimi programmi televisivi di cui ignoravo completamente l'esistenza. Tipo che c'è una famiglia negli USA con 19 figli, tutti bellissimi. DICIANNOVE. Hanno pure tempo per un blog.  
E poi c'è Il nostro piccolo grande amore che parla di una famiglia speciale, diciamo bassa e delle loro difficoltà ad adottare dei figli e nel quotidiano. Ma lo sapete che ci sono un sacco di programmi che raccontano la storia di nani nella vita quotidiana? Ma come mai?
E poi ho scoperto Alta Infedeltà, che meriterebbe una categoria propria per la meraviglia della recitazione e della sceneggiatura.
Per fortuna ho avuto l'idea di recuperare da Sky On demand le puntate di Boris che non avevo visto e così le giornate sono passate in fretta. Un po' a cazzo di cane (cit.), ma sono passate.

Poi il quarto giorno la febbre è passata o almeno è diminuita nella misura sufficiente a far lavorare un minimo i miei neuroni e sono tornata nel mondo reale. 

Almeno, abbastanza.

La più felice è Emma che alla domanda "Ma la mamma è stata male?" risponde con un laconico: "No, no. Beeeeeene. Sta beeeene!" rassicurante più per lei che per il mondo circostante.

Insomma, sono viva. 
Acciaccata, ma sopravvissuta.

Però la prossima tra altri quindici anni, eh.

 
 

 

Condividi post

Repost 0

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code