Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
21 maggio 2018 1 21 /05 /maggio /2018 08:00

Primavera.
Parco in riva al lago.
Certo, con l’invasione dei turisti tocca litigare per parcheggiare, ma è bello vedere il paesello pieno di gente.
Botta di fortuna.
Accostiamo per lasciar passare uno che esce.
Accanto a noi su un mega Suv superaccessoriato che costa sei volte il mio catorcio salgono sul sedile di dietro tre bambine piene di pizzi e fiocchi, dall'età approssimativa di otto, sei e quattro anni.
Tutte e tre evidentemente SENZA seggiolino.
Emma, che ha il finestrino abbassato, dal seggiolino su cui è seduta strilla forte indicandole:”Mamma guarda!!!! Non hanno il seggiolino!! Chiama la polizia!! Guarda!!”
Non si calma più, strilla e indica vistosamente l’auto.
I passanti si girano, ridono.
"Mamma, guarda!!!! GUARDALI!!"

La signora che guida (La madre? La zia? La tata? Una ladra di bambini?) e che ha sentito tutto mi guarda fissa e torva.
Mi sale la carogna.
Velenosa.
“Signora, lo capisce mia figlia di quattro anni, veda lei!!”
Chiude il finestrino e se ne va sgommando contromano, piccata nell’orgoglio.

“Mamma, perché non avevano il seggiolino? La loro mamma non gli vuole bene?”
“Emma, amore, i grandi qualche volta sono peggio dei piccoli, non si rendono conto...”
“Mamma, dovevi chiamare la polizia”
“Hai ragione, la prossima volta lo facciamo”
“Ci parlo io, tranquilla”

Grazie, amore. Grazie.

Condividi post

Repost0

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code