Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 gennaio 2009 6 10 /01 /gennaio /2009 21:21

Zen

Ci sono dei giorni in cui mi meraviglio di me stessa.
Giorni speciali.
Giorni zen.

Giorni in cui i tuoi colleghi si rivelano in tutta la loro odiosa stizzosità e perfetta cafonaggine molesta. E io zitta, respiro profondamente e rilasso il cervello immaginando scroscianti e perfetti ruscelli di montagna.

Giorni in cui ti rubano il tanto agognato parcheggio, tanto più importante perché sei drammaticamente ed irreversibilmente in ritardo ad un appuntamento. E io zitta, respiro molto profondamente e sorrido, ignorando l'impulso che la parte bruta del tuo cervello sta inviando al tuo dito medio.

Giorni in cui la tua connessione decide di abbandonarti proprio quando devi spedire un racconto importantissimo. E io zitta, sorrido. Tanto lo so che sarò la nuova Rowling e posso aspettare meditando.

Giorni in cui l'orrido ragazzo di tua sorella sbraita davanti al telegiornale su argomenti che ignora solo per dare fiato, consapevole che come al solito il finale sarà: la colpa è degli albanesi. E io zitta, non replico davanti alla sua imbecillità, ma sorseggio tisane al finocchio.

Giorni in cui vedi Berlusconi vestito come Mussolini e con quei suoi orridi capelli tinti con il lucido delle scarpe a punta della Veronica dire cose senza senso (cosa che avviene puntuale tutte le sere, facendomi dubitare dell'utilità dei telegiornali) ridendo come se l'arteriosclerosi oramai avesse preso il sopravvento in maniera irrimediabile. Io, zitta, ho deciso di accettare che noi italiani siamo un popolo inetto, gretto e senza nessuna coscienza morale. Ho deciso di accettarlo col sorriso, perché poco posso fare per instillare la scintilla dell'intelligenza laddove non ce n'è traccia.

Perché, come diceva mia nonna, non si può cavar sangue da una rapa, quindi è inutile incaponirsi.
Più costrutticvo è  sedersi ad aspettare che la calma torni davanti ad una tazza di tè fumante.

Meglio se con due pasticcini.

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code