Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
25 ottobre 2005 2 25 /10 /ottobre /2005 12:47

In genere io non parlo dell’attualità. Né tantomeno di politica. E’ una scelta mia, magari sbagliata non dico no. Ma ci sono delle volte che non ci si può tirare indietro. Specie davanti a notizie allucinanti come questa.

Che due sorelline americane a cui i genitori hanno fatto il lavaggio del cervello vadano in giro inneggiando ad Hitler ed a Hess, orgogliose del loro essere ariane e di volerlo restare per generazioni e generazioni posso tollerarlo. Chissenefrega.

Che il di loro padre marchi le proprie mucche con la svastica mi può sembrare strano e un tantinello preoccupante per la salute psichica del povero mandriano certamente colpito da più di una poderosa zampata proprio alla base della nuca. Ma chissenefrega.

Ma scoprire che c’è un pubblico "solo di bianchi" che va ai loro concerti, che compra i loro dischi e guarda i loro video… bèh, francamente mi angoscia. Mi fa paura venire a conoscenza di questo orribile sottobosco americano. Terrorizzata nel venire a sapere che esiste un movimento nazionalista denominato "National Vanguard" di cui le (ignare?) ragazzine sono diventate la bandiera e l’orgoglio.

Che poi dico, nei film Tv americani, basta che danno uno scappellotto al figlio che arrivano gli assistenti sociali in pompa magna e se lo portano via.
E dove stavano per le sorelle Gaede?
Dov’erano quando i loro neuroni venivano shakerati e la loro capacità di giudizio annebbiata e deviata per sempre? Che già comunque chiamare due bimba Lynx e Lamb (Lince e Agnello, per capirsi… ma avrà un qualche significato?) mi pare un reato punibile con l’olio di ricino, tanto per restare in tema.

Sarà che sono ingenua e non me l’aspettavo, sarà che tutto ciò mi evoca un racconto poco conosciuto tratto da un libro non molto famoso del re dell’horror intitolato "L’allievo", ma questa notizia mi inquieta.

Mi inquietano i loro sorrisi di ghiaccio, l’inconsapevolezza che l’odio non è un sentimento di cui andar fiere, l’orrore che deriva diretto dal loro nome, "Prussian Blue" sostanza chimica derivata dalla combinazione dell'acido cianidrico (il veleno usato nei campi di concentramento) con il ferro, la cui assenza in molti campi di sterminio è usata dai revisionisti storici come scusa per negare l’olocausto.
Ma ci sono questi pseudo-storici???
Cioè, fatemi capire. C'è ancora gente fuori di testa che nega l'olocausto??

Ma chissenefrega.
Tanto noi in Italia c’abbiamo Paola e Chiara.
Un po' zoccole, ma almeno rassicuranti.

Poco?

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in sick sad world
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code