Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 aprile 2011 2 19 /04 /aprile /2011 08:01

Ansia.
Ansia.
Ansia.
Oddio, che ansia.
Oddio che ansia.
ODDIO CHE ANSIA.

Sono un po' ansiosa ultimamente, l'avete notato? No, così, era per dire.
E' che l'ansia è una droga. Sì.
Si comincia per carattere o per una serie di fattori contingenti che portano ad avere tutto sulle spalle. Oppure è sfiga.
C'è il lavoro, in cui siccome sei donna devi lottare il triplo perché sennò sei donna, rendi meno di un uomo. E poi non sei nemmeno leccaculo, quindi peggio. E la tua ansia da prestazione è sempre alta, vorresti essere sempre precisa, senza errori, senza intoppi. Un cylone, per dire. Epperò non lo sei affatto. Anzi.
Ansia.

Senza contare la vita privata.
I genitori che invecchiano, hanno bisogno di te. Non te lo chiederanno mai e poi mai, ma tu vedi la camminata ingobbita di tuo padre, le rughe intorno agli occhi di tua madre e lo sai lo stesso. Anche col loro silenzio. Anche grazie al loro silenzio. Tutta la vita hai contato su di loro ed ora all'improvviso tocca a te. Sei pronta? No? Peggio per te.
E tua sorella? Tua sorella come un canarino impazzito svolazza verso la stratosfera senza maschera ad ossigeno e cerca conforto in te. Come se tu potessi dargliene. E il tuo essere sempre sorella maggiore rende la tua impotenza la sublimazione dell'ansia.
Ansia da controllo, certo.
Ma fa differenza?

Ansia, ansia, ansia.

E sentirsi un campanello che suona in testa a memento dei tuoi 35 anni suonati. Quando lo fai un figlio? Ma che ne so. E se poi non sono in grado? Se sono troppo egoista, se non sono capace? E se, e se, e se?
Vogliamo parlare poi dei soldi e del buco rosso del mio conto corrente.
No, se solo ci penso mi viene l'ansia.
Se poi penso a mia nonna che mi spinge al risparmio della monetina, mi viene un'ansia doppia.
L'ho già detto che sono ansiosa?

E la casa che urla vendetta perché l'hai abbandonata tra peli di gatto e polvere? Ed il mucchio di panni da piegare? Ed il tuo gatto che per protesta va a mangiare scatolette dai vicini? 
Ansia, moltissima ansia.

Ma l'ansia è subdola, si appiccica al suo ospite come una tenia. E cresce, si nutre della paura, del dolore, della carenza di ore in una giornata.

Quando poi l'ansia s'accomoda in casa, basta poco per far sì che comandi a bacchetta.
Come te ne puoi liberare?
Come?
Ah, io non lo so.
Non me lo chiedere, ché mi metti ansia.

Al massimo, posso preparare una tisana al finocchio. Se aiuta...

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code