Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
15 novembre 2010 1 15 /11 /novembre /2010 21:32
Il mio fruttivendolo è uno di quei soggetti speciali a metà tra il biologico ed il campagnolo. Una sorta di Bigazzi alto e occhialuto, per capirsi, e dotato di una capigliatura così equivoca da creare scompiglio tra i bambini. Non vende solo frutta e verdura (quasi) a chilometri zero, ma anche prodotti fatti con la farina di kamut, legumi biologici, e mille altre cose.
Ah, e poi la mozzarella di bufala che viene su tutti i giorni dalla Puglia fresca fresca. Non solo: burrata, ricotta e chi più ne ha più ne metta.
Un bel posticino, strano per la realtà culturale del mio paesetto, ma prezioso quando non si sa che cucinare.
E io spesso non lo so.

 
E così vado a comprare la mozzarella di bufala per cena.
Entro e ci sono il fruttivendolo intento a servire un cliente, un signorotto basso e tondo, dotato di un riporto architettonicamente stupefacente, e la moglie.
Che si avvicina per servirmi: “Ciao cocca, che ti serve?”
“Salve, vorrei dei bocconcini di bufala.” le rispondo.
L’altro cliente azzarda una battuta: “Eh, con tutta l’acqua che ha fatto da quelle parti mi sa che la mozzarella questa è l’ultima. Saranno morte tutte le bufale!”
E io: “Per non parlare di tutti quegli animali d’allevamento in Veneto! Morti affogati chiusi in batteria, senza nemmeno una possibilità di fuga!”
“Eh!!!” ribatte il cliente “ma che vuoi, lì beati loro c’hanno Zaia! Lui sì che si dà da fare, prima era anche ministro! Li sistemerà tutti per bene, meglio che prima dell’alluvione!”
Devo stare zitta, devo stare zitta, devo stare zitta: “Eccerto, come no? In fondo lui è l’uomo del fare! Che poi, uno che va in giro con il fazzoletto nel taschino per far capire a tutti da che parte sta, per me è un imbecille. Mica io vado in giro con la bandiera rossa in spalla!” 
Il fruttivendolo incalza: “Che poi, che ci sarà da vantarsi ad essere della lega!”
Ma il cliente, piccato, insorge: “Eh, ma loro sono al governo! Comandano e ci vuol rispetto” E si gonfia il petto delle sue parole.
Qui insorge la moglie del fruttivendolo, un donnino alto un metro e quaranta, occhialuto come un gufo di Harry Potter: “Infatti il Governo Berlusconi se ne deve andare!! A casa! A casa! Basta!”
Le fa eco il marito: “A morte! A morte!!”
Scoppia un parapiglia, volano improperi mascherati da burla.
Io afferro la mozzarella ed esco in retromarcia senza farmi vedere. Se non me ce trovo mi c’ imbatto, diceva mia nonna scrollando le spalle. 
E a me con la Lega capita spesso, nonostante viva in Umbria.
 
Eppure stavolta avevo solo detto poveri polli…

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code