Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 febbraio 2011 6 19 /02 /febbraio /2011 15:38

Da quando ci siamo conosciuti, l’Amoremio tesseva le lodi di un libro degli anni settanta, colpevole secondo lui di averlo fatto innamorare nella prima adolescenza della fantascienza.
“L’hai letto?”
“No, mai sentito”
“Ricompriamolo che il mio s’è perso nei miei mille traslochi, lo rileggo anche io volentieri!”
Come posso io evitare di comprare un libro???
In libreria, nulla. Nemmeno alla Feltrinelli, nemmeno on line.
Abbiamo battuto mercatini dell’usato e svendite: nulla di nulla.
Fino alla svolta: ecco l’ebook.
Sì, lo so. Ho detto che gli ebook non mi avranno mai viva, ma questo è un caso diverso.
Il libro in questione è “Questo giorno perfetto” di Ira Levin. 
Pubblicato da Garzanti nel 1970 e mai più ripubblicato,  è tornato alla luce grazie al passaparola dei lettori su Internet e nello specifico di una lettrice di Anobii così gentile da agevolarmelo.
Si viola il copyright se si diffonde in rete un libro non più pubblicato da decenni? Secondo me ci sarebbe molto da dibattere. In fondo questo libro non è disponibile in alcun modo se non nel formato pdf.
E così ho potuto leggere questo bel libro che niente ha da invidiare al più blasonato “Fahrenheit 451” di Ray Bradbury, se non la fortuna commerciale.
 
La storia è ambientata in una società apparentemente perfetta globale la cui genesi è vago: " Cristo, Marx, Wood e Wei ci ha portato a questo giorno perfetto"è ciò che i bambini imparano a scuola di canto.
L'uniformità è la caratteristica che definisce, c'è solo una lingua e di tutti i gruppi etnici sono stati eugeneticamente fuse in una gara denominata "La Famiglia".
Ci sono solo quattro nomi di persona per gli uomini (Bob, Gesù, Karl e Li) e quattro per le donne (Anna, Maria, Pace e Yin). Instead of Gli individui sono caratterizzati da una a nove carattere del codice alfanumerico, il loro "nameber" (un neologismo da "nome" e "numero"), ad esempio WL35S7497. Ognuno mangia "torta”, beve "coche", indossa la stessa cosa ed è soddisfatto.

Ogni giorno uguale.
Il mondo è gestito da una memoria centrale chiamata UNICOMP che è stata programmata per mantenere ogni singolo essere umano sulla superficie della terra sotto controllo. Le persone sono costantemente drogate per mezzo di trattamenti settimanali (Ndr. che fa molto Dollhouse), in modo tale che rimangano soddisfatti e cooperativi. Gli viene detto dove vivere, quando mangiare, chi sposare, quando per la riproduzione e per la quale lavoro che saranno formati.
Ognuno è assegnato ad un Consulente che si comporta un po’ come un confessore e mentore, un po’ come uno psicologo, ma anche come un poliziotto.

Ma un mondo così, può durare?
 
Finito il libro mi sono detta: perché non condividerlo?
Perché tenermelo per me e non divulgarlo, come ha fatto la gentilissima utente di Anobii?
Ecco, allora se volete il libro scrivetemi.
Non ve ne pentirete.
 
Ma non ditelo a nessuno…

 

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code