Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
17 gennaio 2008 4 17 /01 /gennaio /2008 23:19
Brutti bastardi.
Brutti schifosi luridi mostri striscianti.
Rifiuti umani della società.
Esseri subumani.

Siete venuti in casa mia, l’avete messa a soqquadro, spaccato porte, divelto infissi, smurato una finestra, buttato tutto per aria.
Avete rovistato dappertutto, buttato per aria cassetti, toccato le nostre cose, spostando mobili alla ricerca febbrile della cassaforte.
E l’avete trovata, sì, eccome!
Nonostante fosse in un  posto quasi impossibile l’avete trovata e tagliata con il frullino elettrico che avevate con voi.
Sì, vi siete pure attaccati alla nostra energia elettrica per farlo!!!
Tanto era pomeriggio inoltrato ed i vicini avranno sicuramente pensato che mio padre si dedicasse a piccoli lavoretti di manutenzione… che altro poteva essere?

Albanesi, rumeni, marocchini, terroni o umbri, non so chi voi siate, ma siete dei mostri. Non meritate di stare al mondo, di respirare l’aria delle persone per bene.
Delle persone che vivono e lavorano rispettando le leggi e rispettandosi (più o meno) a vicenda.

E’ vero, vivo in una bella casa, con un giardino grande.
Ma i miei genitori hanno lottato per tirarla su, si sono sposati con un mucchio di cambiali e un cestino di sogni. Non siamo ricchi, siamo una famiglia come tante che lotta tutti i giorni.
Che volete da noi? Perché noi?
Ci avete pedinato, osservato, studiato per settimane o forse per mesi. Abitudini, tempi, tutto studiato. E’ bastato che  a casa non ci fosse nessuno per nemmeno un’ora per fare tutto questo.
Avete aspettato che mio padre uscisse e vi siete appropriati di un pezzetto della nostra vita.
Di oggetti che erano nostri, donati con amore.
Ricevuti con altrettanto amore.

E per fortuna non c’era nessuno, perché se solo aveste torto un capello ai miei genitori, a mia sorella o a uno dei miei animali ve l’avrei fatta pagare cara. Vi avrei cercato dappertutto. E vi avrei trovato.
Lo giuro.
Brutti bastardi.
Stronzi.

Vi odio.

Vi odio per aver rubato l’anello di fidanzamento di mia madre, un rubino pegno d’amore di quasi quaranta anni fa.
Vi odio perché avete portato via il solitario di mia sorella, pegno d’amore di oggi e di domani.
Vi odio per aver portato via i gioielli di mia nonna, l’ultimo ricordo di lei che ci restava. Comprati nel corso della vita, risparmiando, conservando, amando come solo lei sapeva fare.

Non vi vergognate? Non avete uno straccio d’anima?
Cosa vi abbia ridotto così, senza morale e senza anima, non so e non mi importa.
Non posso perdonarvi, non posso.
Brutti bastardi schifosi.

Vi odio perché avete tolto a me e alla mia famiglia la tranquillità di vivere sicuri nella nostra casa, perché ci sentiamo violati e stuprati.
Vi odio perché non è giusta questa sensazione che ho addosso, il freddo che mi è sceso nelle ossa, la paura che provo guardando alla finestra il giardino buio.
Vi odio perché non riesco più a dormire, perché mi sento svuotata ed atterrata. Terrorizzata dalla violenza con cui avete trattato la mia casa e con cui avreste potuto trattare noi. E non è un film.
Vi odio e non c’è giustificazione al vostro modo di vivere. Non c’è fame, disperazione, dipendenza o emergenza che sia che possa giustificare quello che fate.
Non posso perdonarvi, non posso.

Vi odio, vorrei vedervi morti.
Di una morte lenta e dolorosa, lentissima.

Non mitiga certo quello che avete fatto l’aver perso per strada gli orecchini che mia nonna mi aveva regalato. Trovarli abbandonati mi ha fatto venire le lacrime agli occhi e ha solo aumentato la certezza che lei mi guardi da lassù.
Ma questo non vi riguarda, brutti schifosi.

Perché i ricordi non potete rubarceli.
L’amore e l’affetto delle persone care che sono corse a preoccuparsi per noi non potete portarlo via.
Per voi sono cose che non valgono niente, perché non potete passarle al vostro lurido ricettatore. Non hanno un valore monetario, non sono fisiche.
Ma per noi valgono più delle cose materiali.

E sono nostre per sempre…

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code