Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 luglio 2008 5 04 /07 /luglio /2008 12:34

All’inizio non volevo crederci.

Appena tornata dalla lezione di heat program (la mia ultima follia, di cui presto parlerò diffusamente), mi apprestavo a sistemare un po’ la casa ascoltando con un orecchio sì e uno no la televisione che ciarlava indisturbata.

Quand’ecco l’annuncio: Ingrid Betancourt libera!

Salgo le scale a due a due e trovo mia madre. “Mamma, mamma! Hanno liberato la Betancourt!”.
Mia madre mi guarda perplessa.
La vedo, è indecisa tra il fare finta di sapere per darsi un tono e chiedermi se si tratta di un personaggio di qualche soap o telefilm di quelli che guardo solo io.
Alla fine sta zitta e decido di comunicare la notizia a qualcuno più informato.

Sulla strada per mio padre incontro mia sorella in pigiama con in mano una coppetta riempita fino all’orlo di gelato alla stracciatella. Mi guarda e mi chiede: “Che è tutto sto casino?
E io: “Hanno liberato Ingrid Betancourt!! Non ci speravo più!!!
Sorella di Phoebe col cucchiaino del gelato in bocca: “Pfchi?"
Phoebe: “Ma come… Ingrid Betancourt! Il politico colombiano, rapito dalle FARC in Colombia, ma dai!!! L’hanno rapita proprio mentre era candidata alle elezioni del 2002! ”
Mia sorella cade in un silenzio attonito.
Cerco una luce in fondo al tunnel: “Ma dai, dal 2002! Ne parlano tutti i giornali!
Buio.
Poi realizzo che per mia sorella il massimo dell’informazione è Dipiù Tv ed allora tento il colpaccio col gossip e la lacrima facile alla De Filippi: “Ma si, dai! Quella donna tenuta prigioniera nella giungla dai guerriglieri! I figli per il suo compleanno buttarono nella giungla centinaia di volantini con la loro foto per darle coraggio, per farle capire che non avevano abbandonata!
Leccando il cucchiaino, mia sorella riflette.
Spero che abbia capito, ma i miei sogni vengono infranti dalla sua ottusità coltivata in anni e anni di televisione pubblica quando leccando la coppetta mi dice: “Mmmm… sì, mi ricordo… l’ho visti dalla De Filippi quest’inverno!
Il mio cervello va in tilt e i miei due neuroni cominciano a sbattere tra di loro con violenza causando scariche elettriche e fitte di emicrania. La vorrei strozzare infilandole in gola il cucchiaino del gelato, ma poi penso che la colpa non è sua.
E’ mia, tutta mia.
Non l’ho saputa educare, sta ragazza.
La scavalco con un movimento fluido e arrivo a mio padre, che legge placido il giornale in poltrona.
Babbo, babbo, hai sentito? Hanno liberato la Betancourt!”
Si abbassa gli occhiali sul naso e mi guarda. Poi scuote la testa e mi fa: “Ecco, ora Berlusconi dirà che l’ha liberata lui!
E si rimette placido a leggere delle meraviglie della presidenza Covarelli.

Questa è la mia famiglia...

PS. Se volete notizie serie sulla liberazione di Ingrid Betancourt andate qui. Un sito interessante, alternativo e senza peli sulla lingua. Da non perdere, insomma.

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code