Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 febbraio 2005 5 04 /02 /febbraio /2005 09:46
L'ho voluto tanto.
Per tanto tempo.
L'ho cercato, desiderato, branamato pure.
E poi alla fine è successo.

CAMBIO LAVORO.

Oggi è il mio ultimo giorno qui.
Cambio in meglio: una azienda più sicura, più grande, fatta di gente giovane. Avrò certamente più prospettive, più possibilità di crescita, sia economica che lavorativa.
Insomma, dovrei essere felice come un usignolo una mattina di primavera.

E invece sono triste.
Triste perchè oggi è il mio ultimo giorno a questa scrivania.
Triste perchè lascio i miei colleghi.
Triste perchè ho passato tutte le mie scartoffie o quasi in qua e in là, e maniaco-ossessiva come sono mi viene l'agitazione al solo pensare che non verranno seguite con precisione svizzera.
Ma la mia era una scelta obbligata.

E poi cambio tipo di lavoro: sarò capace?
Sarò in grado?
E se sono un fallimento?

Come al solito, i cambiamenti mi atterriscono.
Ma la decisione è presa, oggi è il mio ultimo giorno e lunedì inizio dall'altra parte.

Magari tra una settimana sarò completamente entusiasta del nuovo lavoro, dei nuovi colleghi... ma per ora sono triste.
Mi sento come l'ultimo giorno di scuola in quinta elementare, con l'aggravante che non ho più 10 anni.
Mi sento anche un po' sciocca, non so che dire a tutti quelli che mi fanno domande.
Anzi, non ne vorrei proprio parlare qui in ufficio, ma non si può.

Lavoro nuovo, vita nuova.
Così mi ha detto una mia cara amica.
"Magari è l'occasione per fare un po' di pulizia anche dentro di te e decidere cosa/chi portare nella nuova vita e cosa/chi no", ecco cosa mi ha detto.
Ha ragione.
Ragione da vendere.
E ci proverò. Lo giuro, ci proverò.

Da lunedì vedrete una nuova Phoebe.
Magari meno paranoica e più determinata.
Meno nichilista e più sicura di sè.
Oppure rimarrà tutto uguale.
Non lo so.
Oggi non so più niente.

Lunedì sarò agitata, eccitata, preoccupata e felice.
Ma oggi sono triste.
Mi piange il cuore ad andarmene, ma vado con la consapevolezza di non poter fare altrimenti.

Si chiude un capitolo, se ne apre uno nuovo.
La vita è fatta anche di questo.

Incrociate le dita per me.

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code