Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
25 novembre 2007 7 25 /11 /novembre /2007 23:56
Leggenda vuole che io non sappia cucinare nemmeno un uovo al tegamino, che sappia fare giusto un panino al prosciutto o poco più.
La mia incapacità di cucinare si adatta  alla perfezione con l'immagine di single svagata, pasticciona e sognatrice che la gente spesso si fa di me.
All'onor del vero, a volte c'hanno anche ragione. ma come ho già dimostrato, c'è molto di più.

Certo è che non cucino molto spesso, almeno non ora come ora.
Quando frequentavo l'Università, l'intera economia domestica della mia casa gravitava intrno a me.
Ma ora...

Presa dal vortice degli impegni, nella mia lista delle priorità e dei miei interessi, non la cucina come piacere non compare ad un livello molto alto.
Diciamo che per me mangiare è un bisogno non un piacere, e quindi non ho il gusto di spadellare a destra e sinistra per ora e creare nuove pietanze accostando odori e sapori in avveniristiche creazioni.

Ciò non vuol dire che non sappia provvedere alla mia sussistenza e sopravvivenza minima, né che non sia in grado di provvedere alla quotidianità.

Certo, non so nulla di nouvelle cusine e non sono in grado di cucina un fagiano in bellavista né una ratatouille da campioni. Sopravvivo, questo sì.
E’ che, nonostante il mio chef di riferimento che tanta ispirazione è in grado di fornire alle masse, mi manca la fantasia, la creatività in cucina.

Sotto una guida posso fare tutto, da sola solo i classici.

Ma c’è una cosa che mi riesce particolarmente bene, una ricetta facile, tutto sommato dietetica e che fa impazzire i miei amici nonché tutti quelli che l’hanno assaggiata almeno una volta: si tratta della mia famosa torta al cocco e cioccolato.
Non è che sia proprio mia... in casa mia ce l'ha portata mia madre, che a sua volta ha rubato la ricetta a non so quale compagna del corso di yoga.
Ma non è questo il punto.

Mi riesce bene e stop, quindi è MIA.
Non c'è cena, ricorrenza o riunione di amici in cui non mi si chieda: "Porti la torta?". E, immancabilmente, non ne avanza nemmeno una fettina per il giorno dopo.
La ricetta è facile, così facile che pure un single senza grandi abilità o un bambino di 10 anni (che poi più o meno è lo stesso) possono metterla in pratica con agilità.
In fondo, se ci riesco io…

Pronti? Si inizia!
Ecco gli ingredienti:
- uno di yogurt magro (possibilmente yogurt bianco Muller. Sì, lo so, è pubblicità, ma con il Muller viene più buona. Se non vi sta bene, fate come vi pare, ma io vi ho avvertito!)
- un barattolino (utilizzando quello dello yogurt di cui sopra) di zucchero
- tre barattolini di farina
- mezzo barattolino di olio di semi
- un barattolino di farina di cocco
- una bustina di lievito per dolci
- tre uova
- cioccolato a piacere tagliato a pezzetti piccoli
Mescolare tutti gli ingredienti fino a raggiungere una consistenza cremosa, mettere il composto in una teglia bassa unta con burro e infornare a 160° per circa mezzora.
Una volta raffreddata, cospargere di zucchero a velo.

E buon appetito!!

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code