Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
14 ottobre 2004 4 14 /10 /ottobre /2004 10:33
Ho scoperto di essere molto ingenua in amore.
Una bimba che gioca con le Barbie, in pratica.
O meglio, sono stata definita una integralista, una di quelle con cui non è facile ragionare e venire a patti.
Ma io non penso sia così, penso solo di avere dei principi morali e di crederci, agendo sempre per il meglio (o quasi).
E non riuscendo mai a star zitta.
Ovviamente prendendomela sempre in quel posto lì.
Con nonchalance.
Che oramai c'ho l'abitudine.

Veniamo al dunque.
Ieri sera ero a cena con gente molto eterogenea, e seduto accanto a me c'era un gioviale quarantenne, convivente da 5 anni che sbatteva e sbuffava sulla sua compagna assente a tavola.
Sono stata zitta quando l'ho sentito dire che lei lo soffocava.
Ho taciuto quando ha affermato che a parte le pulizie i vantaggi di una convivenza erano nulli.
Mi sono tappata energicamente la bocca quando ha affermato che lei vorrebbe avere figli, ma siccome lui non ne vuole si DEVE adeguare, chè a lui piacciono solo i pupi degli altri.
Ma quando s'è vantato pure di averla tradita perchè, si sa, dopo tanto tempo manca il batticuore in un rapporto sono esplosa come il Krakatoa dei tempi migliori.

Io: "Ma lo sai? Non so dirti se sei più egoista o più stronzo"
Lui: "Tu parli così perchè hai solo 28 anni e non sai niente. Le cose cambiano"
Io: "Ma non diciamo cavolate, via. Il battito... L'amore non è mica solo il batticuore del primo incontro!!"
Lui: "E che cos'altro? E poi mi manca l'avventura, l'emozione, il brivido..."
Io: "Ma il brivido de'chèèè!!! Ma piantala e ringrazia tre volte al giorno la Madonna di Loreto, và."
Lui: "Tu non tradiresti? O non avresti mai una relazione con un uomo sposato? Nella vita non si può mai dire..." seguito da gesto ammiccante lurido e schifoso.
Io (molto schifata): "Sai che c'è? In linea teorica non credo di poter tradire, sono troppo sincera e mi verrebbe un'ulcera perforata. E poi, in tutti i casi, non me ne vanterei. Anzi, starei malissimo."
Lui: "Ci credo che sei sola, sei integralista"
Io (piccatissima e rubiconda): "E tu un laido schifoso"

Per fortuna che il cameriere con le pizze è arrivato a dividerci e che lo stomaco ha vinto la sfida col cervello impedendoci di continuare e di venire alle mani con una certa violenza.

Però tornando a casa ho ripensato a tutta la conversazione.
La troppa sincerità fa male? E' giusto essere sinceri fino in fondo o è solo un modo diverso di scaricarsi la coscienza?
Sono davvero un'integralista?
Sono così insopportabile?
E' per questo che tutti mi lasciano alla fine, perchè non accetto compromessi?
Ed i compromessi in amore vanno accettati? E se sì, fino a che punto?
Sono io che sbaglio o quello è proprio uno stronzo?

Io penso che un rapporto vada improntato al rispetto reciproco. Se manca, allora è meglio che ognuno vada per la propria strada e via.
Magari sono semplicistica, ma non sono capace di fare le cose tanto per farle. A che serve??

E' così brutto essere integralisti?

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in sick sad world
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code