Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
11 dicembre 2006 1 11 /12 /dicembre /2006 11:45

Battesimi.

Matrimoni.

Addii al nubilato.

Nascite.

Belle ricorrenze, specie se di persone a cui vuoi bene.

Ogni volta che faccio uno di questi regali tuttavia, anche se si tratta di una persona a cui sono profondamente legata, mi chiedo sempre più spesso: “Quando li riprenderò IO ‘sti soldi? Mai.”.

Lo so… è venale, materialista e molto politicamente scorretto, ma dannatamente vero.

Chi non l'ha mai pensato scagli la prima pietra addosso all'inventore di San Valentino.


Lo so che un regalo si fa col cuore e non per un tornaconto, che le persone invitano a festeggiare un bel momento della loro vita, blabla blabla.

Ma davanti ad un’orgia di inviti ed a una girandola di inviti e partecipazioni che comportano uno svenamento monetario che allontana sempre più inesorabilmente me stessa dal mio futuro e meravigliosamente utile PC portatile, mi domando: arriverà mai quel giorno?


Quindi, siccome non me la sento ancora di fare come Carrie e di istituire un giorno che sia la mia festa, ho avuto una brillante e luminosa idea che risolverà tutti i miei problemi.


Questo sito, dopo scintillanti operazioni umanitarie come Dillo a Phoebe ed il TG Phoebe, lancia un’altra importante e benemerita iniziativa natalizia: Fai un dono a Phoebe!!

Phoebe è la tua eroina, ti ci riconosci in tutto e la apprezzi assai come scrittrice e donna?

Fai un dono a Phoebe!!

Vorresti essere come Phoebe? Ne sei proprio sicura? Ti consigliamo un bravo psichiatra specializzato in problemi di percezione della realtà ed autostima, ma prima di andarci… Fai un dono a Phoebe!!

Trovi che Phoebe sia una gran gnocca? Da Salmoiraghi & Viganò possono fare parecchio per te, fornendoti il più bel paio di fondi di bottiglia che tu abbia mai visto con il quale sarai in grado di scrivere e staccare un bell’assegno a favore di Fai un dono a Phoebe!!



Badate bene, non un dono qualsiasi, ma qualcosa scelto tra la mia wishlist di Natale.


- un delizioso PC portatile (possibilmente questo, ma anche un modello qualunque del 1998 va benissimo, purchè ci siano tutti i tasti) che mi permetta di scrivere in camera mia, invece che nel freddo stanzino senza riscaldamento dove la mia meravigliosa famiglia ha relegato il fisso rendendo sterile il mio già rinsecchito e scarno talento. Credetemi quando vi dico che al lago fa freddo. E umido. Parecchio.


- un incantevole Ipod Nano da 4 Gb, possibilmente rosso (ebbene sì, sono feticista) con cui superare il lutto per la dipartita del mio incauto acquisto estivo su Ebay


- un laccetto, squillabrilla, cordino, fune, cappio… insomma un qualcosa qualsiasi (ma di un certo gusto) a cui attaccare la mia chiavetta USB ed evitare di perderla un giorno sì e l’altro sì, evento che mi strainisce gettandomi nel panico più nero e nell’isteria diffusa. Già, perché la suddetta piccola chiavetta, lunga 3 cm e capiente 512 Mb contiene tanta “robba” dal valore monetario pressoché nullo. Ma che io, ovviamente, non ho salvato da nessuna altra parte.


- L’ultimo cd degli U2 in versione extra lusso, con libro e dvd del concerto di San Siro del luglio 2005. Non potendo avere la registrazione di quello dell’Olimpico, mi basta rivedere Bono cantare la parte in italiano di Miss Sarajevo per far salire i lucciconi agli occhi.


- il Nokia 6111, possibilmente bianco e rosa. E possibilmente attaccato con Attak Supermegacolla alla mia mano, visto che il mio povero attuale cellulare non fa che cadermi nei modi e posti più impensati (anche dalla tromba delle scale della palestra, non so se mi spiego), resistendo stoicamente. Poverello.


- l’ultimo libro di Jonhatan Carroll, pubblicato dai Lain della Fazi. Anzi, già che ci siamo, voglio tutte le opere anche minori e non ancora tradotte del visionario scrittore americano. Autografate. Possibilmente. Col sangue.


- questo simpatico ninnolo in acciaio, cristallo e pvd giallo di Comete, collezione Bluebell, ideale per Fai un dono a Phoebe.

 


Mi pare ce ne sia per tutte le tasche e tutti i gusti.

Altro?

Bèh, ovvio.

 

Come tutte le vere trendy, la pace nel mondo.

 

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code