Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
24 settembre 2004 5 24 /09 /settembre /2004 15:59
Scarpe.
Dopo i diamanti, le più care amiche di una donna.

Scarpe, scarpe, scarpe, scarpe.

Scagli il primo tacco 8 chi non ha mai ceduto davanti ad un paio di sandali troppo belli per non essere portati a casa.
Poco importa se la scarpa è leggermente stretta in punta o con un tacco allucinante che permette di camminare con l'andatura sexy di chi saltella scalzo sui cocci di vetro.

Ma chi non impazzirebbe davanti alla collezone completa di Manolo Blahnik ("Sex and the City" docet).
Ad un sandalo argento con uno sfavillante tacco 12?

La follia della donna
quel bisogno di scarpe
che non vuole sentire ragioni
cosa sono i milioni
quando in cambio ti danno le scarpe

Come dite?
Le scarpe servono per compiere quell'attività banale e primitiva del camminare?
Ah, già...

Già, perchè spesso la scarpa più è bella, più assomiglia da vicino ad uno strumento di tortura degno di Torquemada e di tutta l'Inquisizione Spagnola.
E allora vedi ragazze traballare sui trampoli, signore coi piedi rattrappiti e tu stessa non è che stai poi così comoda.
Eh, però son belle.
E poi son sexy. Slanciano la coscia. Vuoi mettere con le Nike che hai lasciato a casa o con gli stivaletti col tacco basso?
Eh, bèh. E' un sacrificio.

Aspetta un attimo.
Qualcosa non mi torna.

Ma perchè gli uomini invece portano sempre comodi mocassini???
Che sia tutta una mossa indotta da una cupola di maschi per martirizzare le donne?
La pubblicità, la moda, la televisione... sono tutti d'accordo per influenzare il nostro gusto verso scomodità ed angosce.
La scarpa col tacco a punta, per esempio, solo un uomo avrebbe potuto metterla al mondo.
E gli stivali sopra al ginocchio da sadomaso?
Per non parlare del classico tacco a spillo, quello con cui per camminare devi avere l'equilibrio di una Orfei.
E' tutto chiaro!

Mondo maschilista...

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code