Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
8 giugno 2005 3 08 /06 /giugno /2005 11:12
Nonostante l'apparente cinismo da me sviluppato nell'ultimo anno di vita, devo ammettere a malincuore di avere ancora una idea troppo romantica, lineare e aulica dell'amore.
Magari anche una idea sopravvalutata.

Che poi in fondo, magari è pure vero che l'amore è un sentimento sopravvalutato. Pensiamo che tutto giri intorno a lui, che solo per lui valga la pena vivere, ecc, ecc. e magari (o sicuramente) è solo un'idea inculcata a forza nei nostri cervellini da anni e anni di morale, di libri melensi e stucchevoli.
Ma questa è un'altra storia.
Io ho imparato l'amore da bambina, come tutti, guardando il mondo intorno.
Ed intorno c'erano i miei genitori. Una coppia affiatata.
Con un amore strano, litigarello specie quand'ero piccola. litigavano per qualsiasi cosa, dal telecomando a chi dovesse innaffiare il giardino e portar fuori la spazzatura.
Litigavano, litigavano, e io non capivo che quello era il loro modo di amarsi, che il fare pace ed l'azzuffarsi era il sale del loro rapporto. Ero piccola, sentivo urlare e avevo paura.

Ora che la vecchiaia ha smorzato toni e scenate e che son venuta su a dolori psicosomatici, ho imparato a capirli. Ed a capire anche che non tutto è canonizzato.

Retaggio dei miei genitori, capaci di litigare tre giorni su chi avesse lasciato morire di sete una povera begonia innocente sul terrazzo, è la totale incapacità di essere gelosa in senso siculo. Cioè, se c'è da nasare, non sono mica stupida. Ma nemmeno paranoica.
Mio padre e mia madre per gelosia non l'ho mai visti litigare.

Il mio genitore maschio, per quanto la sua masconilità lo renda vulnerabile nelle sinapsi, crede fermamente nell'essenzialità della fiducia.
Hanno interessi diversi, i miei genitori.
Lei fissata con lo yoga, tre volte alla settimana non c'è nemmeno per la regina Elisabetta, lui malato di calcio capace di andare allo stadio pure se fuori nevica (e io con lui...). Lei fissata con la letteratura sudamericana e ancora innamorata di Che Guevara, lui scettico disincantato che minaccia tutti gli anni di candidarsi alle comunali.
Se fossero gelosi, sarebbero impazziti nel giro di due anni, invece stanno insieme da quasi 40 anni, se si conta pure il novennale fidanzamento.
"E mettiti 'sta gonna che ti sta bene!"
"No, non è vero."
"Ma sìììì!!"
"No, c'ho le gambe secche"
"Vabbè, sembri un po' Pinocchio, ma nel complesso..."
"ANIMALE!!!!"

E alla fine mia madre la gonna non se la mette davvero, mio padre sbuffa ma s'accontenta della moglie taglia 38.

E così sono venuta su riottosa ai giochini di coppia: "Con i tuoi amici maschi non ci puoi uscire", "Con questo non ci devi parlare", "Sta maglia è troppo scollata" e amenità varie del genere, comprese ingerenze nella privacy assolutamente ingiustificate quali ragionamenti scervellanti per carpire la password della mail dell'amato o il PIN del cellulare (che magari poi è un numero a caso...) e poter così scoprire tutto il marcio che sedimenta nella persona che ci sta accanto.
Uffa, non ci riesco. Sono, forse, troppo pigra.
Se una persona tradisce la mia fiducia, se ho dei dubbi, se mi fa stare male reggo un po', magari litigo. Poi saluto e vado.
Sarò troppo lineare, avrò imparato l'amore da due pazzi scatenati e da troppi libri ottocenteschi, ma ho troppo rispetto di me stessa e troppo orgoglio latente per poter solo pensare di giocare a Jessica Fletcher e fare appostamenti sotto casa per vedere se, dove e come si consumeranno eventualmente le mie corna.
Magari non sarò mai stata davvero innamorata, ingarellata in una situazione complicata, con la bussola che non ritrova più il nord.
Magari è facile vivere come vivo ora, sola e allegra in attesa che qualcuno metta il guinzaglio al mio cuore.

Ci riuscirà???

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code