Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
18 gennaio 2006 3 18 /01 /gennaio /2006 18:04

Cinque mesi fa è morta mia nonna.
Già cinque mesi e sembra ieri.

Già cinque mesi e l’altra sera, ancora, aprendo il portone di casa con in mano il bellissimo regalo di compleanno del solerte Giacomo, il mio pensiero è stato: "Ora lo faccio vedere a mia nonna, le piacerà un sacco". Per poi sentirmi scema.
Già, certe cose non cambiano facilmente, ed il pensiero automatico corre veloce sui fili di una abitudine interrotta.
Rapido e scattoso.
Irrispettoso della realtà.

Quando mia nonna è morta ho giurato che non avrei più pianto se non per un vero dolore, solo per cose importanti, solo in caso di estremo bisogno. Chè io sono una donna con le palle.

Mai più.

Mai più per rabbia.
Mai più per un uomo.
Mai più per paura o paranoia.
Mai più per frustazione.

Perchè piangere è una cosa seria, importante, di cui non bisogna abusare come Pierino che gridava "Al lupo, al lupo".
E' uno shock per il corpo, uno scombussolamento mentale che mica può essere messo in atto così, alla leggera.
Ci vogliono motivi seri, gravi.
A meno che non si pianga dalla gioia, allora quello è concesso.

E fino ad ora ce l’ho fatta, anche per cose che una volta mi avrebbero fatto salire i lacrimoni agli occhi, ho resistito. Anche quando l’ansia chiude la gola e lo stress sale prepotente.

Persino quando un nodo ti si piazza nello stomaco, e per scioglierlo l’unico modo sembra cedere.
Addirittura nel momento in cui una persona a cui tenevi ti dice nell’ordine:
- che vuole che siamo amici
- che sono una bellissima persona
- che sono dolcissima (PUAH!)
- che è stato coerente perché non mi ha mai promesso nulla ed altre usuali e banali amenità maschili

Non ho pianto, giuro. Al massimo due singhiozzi. Ma poi nulla.
E semmai è stata colpa del raffreddore, sì sì. Non lo sentite come barlo bale?
La delusione è stata tanta, ma ho resistito.

Morto un papa se ne fa un altro, no?

Sperando non sia come Ratzinger…


 

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code