Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
6 ottobre 2005 4 06 /10 /ottobre /2005 12:48
Da piccola il mio passatempo preferito era la bicicletta.
La banda di ragazzini che abitava nelle vicinanze veniva a bussare alla porta di mia nonna subito dopo Remi:

"Signora Spina, può uscire sua nipote?"

E la sua nipotina, che di anni ne aveva sei o forse sette, inforcava la bicicletta verde bottiglia a cui erano state tolte le ruotine e aggiunto un rumoroso campanello e se ne andava a scalare inespugnabili mucchi di rena ed esplorare intricate foreste di erba medica.

Odiavo le gonne, da bambina, ma più di tutto odiavo la sottoveste (o sottabito, come la chiamava mia nonna) di pizzo che mia madre si ostinava a farmi mettere la domenica mattina. La odiavo, mi si appicicava alle gambe e, nella migliore delle ipotesi agitandomi mi arrivava fino in gola. E allora dopo la messa scappavo in camera mia a togliermela, incurante delle grida della mamma che tanto aveva sognato una bimba da vestire di pizzi rosa ed invece si ritrovava me. 

Ero un maschiaccio da bambina, sempre in giro tra i campi col cane dietro. Tornavo a casa coperta di fango e contante cose da raccontare.
Come quella volta che ero stata due ore ferma immobile ad ammirare una crisalide attaccata nell'incavo di un ramo e che si apriva piano piano, liberando la farfalla che c'era nel bruco. Ero rimasta così tanto affascinata dal vedere le ali spiegazzate aprirsi piano piano che non m'ero accorta che l'ora di pranzo era passata da un pezzo e che mia nonna urlava il mio nome disperata.
Oppure come la volta che, col mio gruppo di scalmanati, abbiamo sezionato una rana, causando lo svenimento dell'altra bimba della comitiva.Solo per vedere che c'era dentro.
Bello avere sette anni e nessuno scrupolo morale. Completamente ignari del politically correct.

E crescendo, non è che sono migliorata...
Ma nemmeno per scherzo.

Invidio quelle ragazze dotate di grazie naturale.
Si ravviano i capelli, di danno un tocco di mascara e puff! sono pronte ad affrontare il mondo con il fascino naturale di dddonna con tre d belle evidenti. Alla perugina.
Perfette anche senza trucco, affascinanti e naturali.
Insomma, donne. Quelle che sono citate da Cosmopolitan, perfino troppo frivole per i miei gusti, ma rassicuranti nel loro essere perfettamente sè stesse. Quelle hce da piccole giocavano a stirare, insomma.
Ecco, io mica sono così.
Sono una che inciampa per strada, che ha la testa tra le nuvole nove volte su dieci e che si allaccia la camicetta sbagliando le asole. O che si mette il maglione al contrario, ma tanto dicono che porti fortuna.
Sono una che si siede come se dovesse arrampicarsi sulla seggiola invece che sistemarsi composta e perfetta con le gambe accavallate.

Certo, forse il lavorare in un ambiente quasi esclusivamente maschile e andare allo stadio dalla tenera età di 5 anni, non aggiunge punti alla mia femminilità già poco spiccata.
E nemmeno avere una netta prevalenza di amicizie maschili che ti trattano come fossi uno di loro, coinvolgendoti in discussioni e riflessioni che una donna mai e poi MAI dovrebbe sentire, pena la voglia incessante di diventare lesbica frenata solo dalla poca appetibilità dell'atto in sè.
Ma forse è una cosa innata, una di quelle qualità che o hai o non hai. O sei Grace Kelly o non lo sei, c'è poco da fare.

E sto diventando uomo in tante cose, specie nei sentimenti. In tutto quello che di negativo c'è in questa accezione. Specie nei sentimenti e nella corazza che molti si portano dietro.
Ah, sì. Anche nel menefreghismo. Che, non negatelo lettori maschi, è alquanto tipico.
Forse il mio atteggiamento recente è frutto di un mix del mio backgrund culturale e delle delusioni che la vita ti appiccica addosso senza che tu possa fare niente, rendendoti un po' più dura di come vorresti essere.

E di sicuro più divertente...

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code