Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
16 ottobre 2013 3 16 /10 /ottobre /2013 10:45

berlin-mauer.jpgI berlinesi non sono tutti biondi, ma anzi sono fatti di mille etnie diverse. Solo che non te ne accorgi ad uno sguardo superficiale, perché sembrano tutti uguali.
I berlinesi credono nella partecipazione alle istituzioni, tanto che nei cantieri pubblici ci sono punti di osservazione da cui vedere l'avanzamento dei lavori. no, nessuno tira sassi o monetine agli operai.

I berlinesi parlano una lingua francamente incomprensibile.

I berlinesi hanno rimosso quasi tutte le tracce scomode del Terzo Reich, come se affossando un periodo storico nell'oblio lo si potesse cancellare.

I berlinesi hanno cambiato la faccia della città dal 1989 ad oggi in una maniera talmente profonda da risultare fantascientifica. In Italia staremmo ancora discutendo sugli appalti per buttare giù il muro.

I berlinesi vanno sempre in bicicletta, anche se piove. Se la portano ovunque: sulla metro, sul treno, dappertutto. Ci vanno vestiti da crucchi, vestiti bene e con le gonne corte ed i capelli appena fatti dal parrucchiere.

I berlinesi sono gentili, molto gentili. Ed è stata una sorpresa, perché i tedeschi che vengono in vacanza sul Trasimeno in genere sono simpatici come l’herpes genitale (parola di una che ci ha lavorato) ed invece guarda tu che tesorini di persone. Esempi? Una cameriera di un ristorante, a cui avevo spiegato i miei problemi col latte, mi ha scritto su un foglietto “intollerante al lattosio” in tedesco per le prossime volte. Poi ho trovato anche una commessa molto molto puttana in panetteria, ché siccome avevo preso la fila dal verso sbagliato, me l'ha fatta rifare daccapo. Puttana.

I berlinesi vivono in un cantiere a cielo aperto. Avremo contato 50 gru a spasso per la città, poi abbiamo smesso.

I berlinesi hanno problemi col riscaldamento: fuori fa freddo, ma nei locali, nelle camere d’albergo, nei negozi il riscaldamento ti schiatta tant’è che gli autoctoni stanno in maniche corte. Montone fuori, cotone sulla pelle.

I berlinesi hanno la fortuna di avere la rete di servizi di mobilità urbana più fighi che abbia mai visto. Veloce, sicura, pulita. Dentro ci puoi trovare di tutto, una svariata umanità che va dalla famigliola, all’uomo d’affari, all’imbianchino  fino ad arrivare alla comitiva dark. Non abbiamo mai atteso più di cinque minuti una coincidenza. Come in Italia, insomma.

I berlinesi mangiano sempre, in continuazione. Non sono riuscita bene a capire a che ora pranzi usualmente una famiglia tedesca, visto che il cibo da strada viene consumato da tutti a tutte le ore da tutti ed in porzioni che farebbero impallidire Obelix. Il tutto sempre a base di carne, ovviamente.

Tra i berlinesi ci sono molti vegetariani, chissà perché.

 

I berlinesi, a dire il vero, mi son piaciuti più di quello che m'aspettavo.

 

Condividi post

Repost 0
Published by Phoebe - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code