Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 dicembre 2005 1 05 /12 /dicembre /2005 16:54
Ho sbagliato tante volte ormai che lo so già
che oggi quasi certamente
sto sbagliando su di te ma una volta in più
che cosa può cambiare nella vita mia...

Quando ti eri proprio abituato al tuo tran-tran, quando ti sentivi proprio bene a casa tua nel tuo giardino di figure mitologiche assortite e di sicurezze più o meno certe, proprio in quel momento lì, in cui il tuo cuore poltriva in un sano e rassicurante cinismo, proprio allora ecco che si materializza l’arcano.

Un primo appuntamento.
Ma non un primo appuntamento qualsiasi.
Un primo appuntamento con un ragazzo che ti piace.
Esiste l’appuntamento perfetto?
Se sì, speri che sia la volta buona, mannaggia alla Sampdoria!!

Venti minuti davanti allo specchio a farti le boccacce, trovandoti esattamente disgustosa.
Mascara e ombretto qb, una riga leggera di matita, una passata impercettibile di fondotinta (non troppo, ché all’uomo piace la donna naturalmente perfetta, non un puttanone), una ravviata ai capelli, filo interdentale, sbiancante per denti a prova di occhiali da sole Gucci, una goccia di profumo e via.

Ora, il compito più arduo. La lotta intestina, la guerra vera e propria: LA LOTTA CON L’ARMADIO.

Che mi metto, cazzo?
Che mi metto?

No, la gonna no, che sembro sfacciata.
E nemmeno il lupetto, che sembro mia nonna.
E questi orecchini?
NOOOOO!!!
UFFA!!!

Dopo aver mediato per circa 40 minuti tra la voglia di scappare emigrando in Australia con l’intento non nascosto di adottare la tecnica dello struzzo e quella di vestirti da strafica cubista, siamo finalmente pronte.
Eccoci lì.
Poteva venire meglio, ma oramai è tardi.

Regole basilari al primo appuntamento appresa da colloqui fiume con gli amici maschi pronti ad un consiglio affettuoso e desiderosi di sbolognare l’amica del cuore al primo passante:

1) Non essere invadente
2) Non chiedergli di uscire ancora. Semai lo farà lui. Non essere impaziente.
3) Non sbatterti per pagare il conto: se lui si offre, fare solo un modesto accenno a pagare. Se insiste, piantala!
4) Vietato vietatissimo immaginare scenari di Natali non la neve, bambini, vacanze sulla sabbia a rotolarsi o qualsivoglia iconografia derivante dai libri Harmony.
5) Non pretendere di decidere tutto, ma far valere comunque i propri gusti senza essere troppo accomodante
6) Non baciarlo tu, aspetta che sia lui. Ho capito che ti piace, e che c'hai trent'anni e bla bla, bla bla... ma non devi avere fretta!!!
7) Non dargliela al primo appuntamento
8) Non dargliela al primo appuntamento
9) Non dargliela al primo appuntamento
10) Ma soprattutto, non dargliela al primo appuntamento. Chiaro???

Forte di questo insostituibile decalogo, si va in scena.
Perché di teatro si tratta alla fine, no? Non si può essere subito tutto sé stessi, bisogna un po’ mediarsi, specialmente una come me che ha la tendenza a chiacchierare, chiacchierare e chiacchierare come un fiume in piena ammorbando il povero malcapitato che potrebbe avere voglia di scappare veloce come Beep-Beep.

E lo stomaco è annodato, attorcigliato, ti maledici, imprecando contro te stessa.
Ma chi me l’ha fatto fare?
Ma non potevo stare a casa a guardare "La talpa"?

Che poi, tanto sarà come tutti gli altri, magari più noioso.
O più scemo.
Magari gli piace Dan Brown, stai a vedere eh!
No, no, mi dò malata. Ora lo chiamo e mi dò malata...
 
Ma eccolo.
Dopo preparativi e innumerevoli scongiuri, mal di stomaco e chili di lacca, suonano al citofono. Non si può più scappare. 

Un sorriso e all’improvviso passa tutto.
Lo stomaco si scioglie.
Il peggio è passato.
Sarà una bella serata.

E poi?

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code