Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
29 maggio 2009 5 29 /05 /maggio /2009 15:31

Il bello degli acquazzoni estivi è l’odore della terra quando è tutto finito.
L’aria in campagna profuma all’improvviso e così forte da stordirti. Le ginestre fiorite in mezzo al bosco, l’erba appena tagliata, le rose del tuo giardino.
Tutto sembra più bello, più fresco e pulito, l’aria sembra nuova.

Ero tutta immersa in questi pensieri bucolici arrivando a casa l'altra sera, chiudendo il cancello e tirandomi dietro le buste della spesa e la sacca della palestra.
Quando, all’improvviso, tra me ed il portone vedo lui.
Sì, LUI.
Un rospo enorme.
Viscido.
Oddio, non come quello de “Il labirinto del fauno”, ma un signor rospo.
Stava lì, tra me e il portone.
Immobile, mi guardava con i suoi occhietti neri, grossi come spilli. Mi guardava indagatore, ma deciso. Fermo nella sua posizione, deciso a non muoversi.
E io lì, con le buste della spese ed il borsone della palestra a tracolla.
Che fare?
Provo ad avvicinarmi, sicura che il piccolo mostro scapperà tornando da dove è venuto.
Niente, macché. Mi guarda e sembra che abbia una espressione cattiva. I suoi occhietti piccoli mi inquietano.
Batto i piedi, convinta che il rumore lo scaccerà.
Manco per niente, inclina la testa e mi guarda come se fossi scema. Gonfia la gola, credo stia ridendo. E di me per giunta.
E tutti i torti non ce l’ha, dovreste vedermi mentre sbatto i piedi a terra e dimeno buste e sacchetti. Senza dimenticare la borsa della palestra a tracolla. Ci credo che mi trova buffa.

Valuto le varie alternative
Scavalcarlo. E se mi salta addosso? No, no, che schifo! Meglio evitare.
Tornare dai miei? E scappare davanti ad un rospo testardo? No, no. Fosse stato un ragno allora certamente sì, ma un rospo qualunque proprio no.
Spaventarlo? E come??? E se facessi suonare il clacson?
Salgo in macchina e mi metto a strombazzare.
Niente. Testone e muto rimane fermo lì, tra me ed il portone.
 
Esasperata poggio tutto a terra anche se è bagnato, incrocio le braccia e chiedo: “Allora, si può sapere che vuoi?? Potrei per favore rientrare in casa mia?
Lo so, sto parlando ad un rospo.
Devo essere impazzita.

Lui piega la testolina e mi guarda: “CRAAAAAA!
Sgrano gli occhi mentre con due balzi lui prende e se ne va in mezzo al prato, probabilmente a caccia della cena.

Alla fine, aveva ragione come sempre mia nonna.

Con le buone maniere si ottiene tutto…

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code