Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 novembre 2005 4 10 /11 /novembre /2005 14:37

I giornalisti italiani sono in sciopero. Ieri ed oggi niente notizie, niente TG, solo l’indispensabile. Sono in sciopero in seguito alla rottura delle trattative con gli editori sul rinnovo del contratto nazionale di lavoro.
Insomma, soldi o qualcosa del genere, mi pare di capire.
Non perché in Italia non c’è più la libertà di parola (e figuriamoci di satira).
Smentitemi se non è così, resto in attesa.

Nel giorno in cui Silvio annuncia spavaldo che il nucleare è cosa buona e giusta e che al massimo Chernobyl ha reso un po’ meno saporita la nostra insalata (niente che un po’ di aceto balsamico di Modena non possa rimediare, beninteso) e che il ritorno all’energia dell’atomo farà girare certamente la nostra economia come e più del ponte sullo Stretto, i giornalisti scioperano.

Il giorno in cui alle 7 e 40, facendo colazione e mentre il mio cervello elucubrava su quale abbinamento di colore sfoggiare al lavoro e se la maglia rossa fosse o no troppo scollata, i miei occhi hanno incontrato questo, i giornalisti scioperavano.

Fallujah. La Strage Nascosta

La strage ignorata.
L'inchiesta mostra testimonianze e documentazioni evidenti di un figlio naturale del napalm, l’MK77. In pratica, se la mia testolina vuota ha ben capito, una versione ancora più violenta del veleno usato in Vietnam, perché arricchito dal fosforo bianco, ottimo per fissare la morte su cose e persone. Brucia la pelle in modo irreversibile e penetra nel corpo,
carbonizzandolo. La sostanza maledetta esplode a forma di nuvola e chi si trova nel raggio di 150 metri è spacciato: il fosforo bianco brucia le molecole di ossigeno e, una volta sulla pelle, corrode fino all'osso.
Le immagini sono inequivocabilmente forti e orribili.

Poco importa se l’uso di questa merda su civili è vietato dalle convenzioni dell'Onu del 1980 e da una convenzione che gli Stati Uniti hanno firmato nel 1997.
Chissenefrega.
Non è importato a nessuno.
A chi ne ha ordinato l’uso, a chi ha trasportato e stoccata questo schifo, a chi l’ha lanciato a spron battuto come bigliettini promozionali in una giornata di primavera.
Cavolo, si cercava Al Zarkawi, mica si poteva andare tanto per il sottile.

Se ne sono fregati tutti.
La notizia non è nuova, è da maggio che in Inghilterra se ne è fatto un caso.
Ma qui in Italia no.
C’abbiamo troppo da fare noi. C’abbiamo "L’isola dei famosi", Albano e la Lecciso, i simpatici machi imbrillantinati di "Uomini e donne" ed il caso Bonolis a tener banco.

E una indagine come questa va in onda alle 7 e 30 di mattina. Su RaiTre.

Che schifo.
Se solo l’1% di tutto quello che ho studiato alla facoltà di Giurisprudenza fosse vero, oggi Bush, Blair e il caro Cavaliere sarebbero giudicati dalla Corte Penale Internazionale (a cui, ma forse mi sbaglio, i civilissimi USA non hanno ancora aderito) e verrebbero condannati per strage e crimini di guerra.
Che differenza c’è tra loro e Milosevic?
Quale?

Invece ti insegnano solo cazzate.
Cazzate, cazzate, cazzate.

Che schifo.
La mia gastrite peggiora.
Come può guarire?

Ma io sono solo una ragazzina provinciale ignorante e pseudocomunista.
Che ne posso sapere?
Che ne capisco io, di politica? Di disegni più grandi, di benessere, di globalizzazione? Niente, non ne capisco niente. Sono solo arrabbiata, mi viene da piangere e vorrei avere una bacchetta magica per cancellare le atrocità che vengono commesse dall’uomo, aggravate dal falso mito della libertà.

Che schifo.

Ora aprite la finestra e gridate in coro "Forza Italia", se ci riuscite.
Ma qualcuno ci riuscirà di sicuro.

Godetevi la Ventura stasera.

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in sick sad world
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code