Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
7 gennaio 2008 1 07 /01 /gennaio /2008 00:04
Ogni inizio dell’anno ci propinano oroscopi in tutte le salse.
Cinesi, tibetani, fatti coi tarocchi.
Con i Ching, con le rune, con le carte da rubamazzo o oroscopi semplici e classici: ce n’è davvero per tutti i gusti.
In genere ci rido sopra, proprio come sghignazzo la domenica mattina davanti alla classifica dei segni zodiacali che Paolo Fox propone a “Mezzogiorno in famiglia” e facendo gli scongiuri quando il Capricorno si piazza tra i primi tre.
Visto che è provato: accade sempre il contrario di quello che dice, con la sua faccia sorridente e lampadata.

In estate mi diverto anche a leggere gli oroscopi delle riviste femminili ad alta voce, stesa sulla spiaggia mimando le movenze dei grandi maghi e pronosticando grandi amori alle mie amiche. Che puntualmente mi gavettonano.
Giustamente.

Non posso dire di credere all’oroscopo.
E me ne frego.
In genere.
Ma quest’anno è diverso.

C’è stato tutto uno sbandierare sul fatto che il 2008 sarà l’anno dei segni di terra (che per chi non lo sapesse sono Toro, Capricorno e Vergine), e soprattutto sembra che questo sia proprio l’anno del Capricorno.
Tutti gli oroscopi riportano previsioni eccezionali in tutti i campi per il mio segno: amore, lavoro, soldi, salute. Tutto a gonfie vele, come in un sogno fatto di zucchero filato.
Accidenti.

Ora, oggi compio 32 anni e mai, sottolineo MAI, da quando ho discernimento un oroscopo aveva favorito il mio segno. 
Anzi. Il mio segno è sempre stato la Cenerentola delle stelle.
Il Capricorno ha sempre tutte le sfighe del mondo, è un segno duro con sé stesso, testone, ambizioso, perennemente insoddisfatto.
Ci gira sempre tutto a traverso, capitemi.
Ed io ho anche l’ascendente Cancro.
Sono un casino astrologico che terrebbe impegnato mago Otelma per settimane, mica pizza e fichi.

Ma il 2008 sarà il nostro anno.
Un evento.
Che merita informazioni più approfondite.
Ora, io non ci capisco nulla di astrologia, ma sembra che Giove abbia bussato alla porta del Capricorno e siccome è un pianeta abbastanza pigro ci si fermerà non solo per il caffè, ma anche per pranzo. Diciamo che ci si fermerà un annetto, ecco. E voi mi direte: e quindi? Quindi è un bene, perché Giove è considerato un pianeta positivo, addirittura benefico e in ogni caso un “amplificatore” di situazioni già esistente. Senza considerare che Plutone, Saturno ed altri pianeti assortiti sono tutti in posizione ottimale come non accadeva da secoli.
Se non da millenni.
A ragion veduta mi aspetto grandi cose da questo 2008.
Me le merito.
Me le merito tutte, è questa la verità.
E pure qualcosa in più, visti gli arretrati.

Sperando che tutto questo interesse non porti sfortuna…



Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code