Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 novembre 2005 3 09 /11 /novembre /2005 17:04
La sfortuna non esiste.
La sfortuna è solo frutto di innumerevoli e casuali coincidenze che non vanno ad incidere alla lunga nella nostra vita.
Per la legge dei grandi numeri, eh!
Qui c’è la scienza dietro, mica ciccioli.

Macchè corno, cornetto, fiocco rosso o zampetta di coniglio. La sfiga non esiste, è solo frutto di preconcetti popolari, di false credenze. E dell’ignoranza, sì. Certamente, è frutto dell’ignoranza e della poca conoscenza delle leggi della fisica e della matematica.
Eccerto.
Logico.
Limpido e lapalissiano.

Poi quando succede in sequenza che:

  1. Lycos (l’animadeli) ti sega senza preavviso alcuno l’account free in cui il tuo fido ed impagabile visagista ha appoggiato le immagini del tuo blog. Dramma. E per di più il suddetto visagista si dà alla macchina con chissà quante donne su e giù per la bassa, lasciandoti nel panico. Chè tu le cose in disordine proprio non le puoi vedere, a meno che il casino non lo faccia tu stesso medesimo proprio. Ecco.

  2. Il sabato pomeriggio più piovoso del secolo vai a mettere gasolio nella tua macchinina nuova e siccome diluvia ti fermi al servito sotto casa. Non lo fai mai, di solito vai al distributore indipendente, ma per una volta fai il signore, và. L’australopiteco preposto al semplice compito di elergire il prezioso fluido oleoso si sbaglia e inserisce la pompa verde nel tuo serbatoio. NERO. E ti fa fare 30 km tranquillo e beato verso il tuo appuntamento, atteso ed agognato da tanto: il tatuaggio. Finchè la macchina, immancabilmente, sotto il diluvio, si ferma. Ti tocca quindi uccidere il benzinaio e buttarlo a tocchetti dentro il lago Trasimeno per essere risarcito dei danni. Tre giorni dopo. E ancora ti deve venti euro di gasolio, da escutere al più presto. Sennò, diavolo lupo, dai fuoco a tutta la baracca.

  3. Domenica sei ovviamente vittima di un attacco violento di gastrite per cui, anche se dovresti studiare come un folle e legarti alla sedia come un Vittorio Alfieri sotto psicofarmaci esci di casa rubando la macchina a tua sorella, chè la tua è immobilizzata in officina. Ma né un caffè con un amico, né un alcolico aperitivo in compagnia ti restituiscono il tuo stomaco intatto ed evitano che tu riesca a sognare la sodomizzazione dell’australopiteco tramite la sua stessa pompa. VERDE. Con tutti i meccanici della Peugeot che fanno il tifo.

  4. Siccome sei buono e per di più hai la tendenza a non farti mai gli affaracci tuoi, finisce che decidi di ordinare su Amazon il libro selezionato dall’insegnante per il Bookclub della scuola di inglese e che non è edito in Italia. Che cuore d’oro che sei!!! Certo, il fatto di far bella figura con l’ingegnere non c’entra nulla, eh! E’ solo un caso, un caso ho detto! Ma nel fare l’ordine dei libri usati, capita di non leggere la clausola in Times New Roman 2,5 e di non renderti affatto conto che, ohibò, ogni libro è un ordine a sé e che quindi le spese di spedizione sono 8 come i libri, per un totale di 107$ invece di 32… E ti capita che smani ancora per annullare tutto, attendendo lumi dagli USA, che magari c’aveva ragione pure Bin Laden, e vorresti bestemmiare, ma non ne sei proprio capace.

E’ logico che, in questi frangenti, non è che il mio sistema nervoso stia proprio benissimo. Anzi, c’avrei proprio bisogno di una settimana ai Caraibi, su una amaca, con una pina colada in mano e due sventolatori mulatti tutti muscoli che mi fanno aria con una foglia di palma di almeno due metri quadrati e mi spalmano la crema solare al cocco.

Nell’attesa che il mio desiderio si realizzi, l’appuntamento con il tatuaggio è spostato a sabato.
Ma una cosa mi domando: con quest’aria che tira, è il caso che io ci vada?
Non è che al tatuatore gli sfugge l’ago, no?

Io, intanto, mi metto un fiocco rosso in testa…

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code