Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
16 novembre 2004 2 16 /11 /novembre /2004 18:21
Stamattina sono entrata nella panetteria sotto l'ufficio per comprare i soliti 60 grammi di pane integrale.
Un po' triste, sia per la spesa che dovevo fare (assai poco esaltante, in verità) che per il tempo grigio.

Come al solito il negozio è affollato di gente di tutte le età, attratta dal profumino delizioso che si spande nell'aria (manovra commerciale molto azzeccata... per me c'è uno col ventaglio che manda in giro l'odore del pane fresco fuori dalla porta...).

Tra la piccola folla, una coppia di anziani.
Lei piccola e curva, coi capelli candidi ed un foulard colorato e allegro intorno al collo.
Lui con gli occhiali calcati sul naso, cappello di tweed, il gilet troppo stretto sulla pancetta da nonno DOC.
Quando tocca a loro, la povera graziosa commessa non sà cosa la attende.

"Mi dà quella pasta alla crema?" La commessa fa per prenderla, si allunga sul bancone
"Non la puoi mangiare, lo sai!! C'hai il diabete, Nino!! Prendi il cornetto integrale!" La commessa sempre in equilibrio sul bancone li guarda interdetta.
"Mi va sotto la dentiera, lo sai. Non le dia retta, mi dia quella alla crema, cocca." La commessa col sopracciglio alzato guarda la signora interrogativa.
"Gliela dia, via. Fai come ti pare. Ma stanotte non mi svegliare, eh! Stanotte non ti conosco, guarda!
"Ma chi ti cerca più di notte, donna! Son vecchio io!!"
"E scemo! Poi una fila di pane cotto a legna, e... Mi fa anche un salam del re? Tradizionale, crema e cioccolata, grazie"
"Con molto archemmes, eh!"
"Vecchio ubriacone, lo sai che ti fa male! Non lo perdi il vizio, eh?"
"Ehhh!!! Lo so! Ero ubriaco pure il giorno che ti ho chiesto in moglie! Quando mi son riavuto, oramai il danno era fatto!!!"


Scoppiano a ridere insieme, anche la commessa ride facendo il conto e scrollando la testa.
Prendono la spesa a cui hanno aggiunto due ovetti kinder (intramontabili) per i nipoti ed escono.
Lui le ha aperto la porta, con fare galante e toccandosi la falda del cappello.

Li seguo con lo sguardo dalla vetrata, si son presi la mano. L'andatura dondolante di chi i 100 metri piani non li corre già da un po'.
Con la confidenza di chi si conosce da una vita e ha fatto tanta strada insieme.

E' così che vorrei invecchiare. Proprio così. Le rughe e il decadimento fisico non mi farebbero paura, se potessi invecchiare come loro.

E' il mio turno, devo ordinare. Sessanta grammi di pane int... anzi no.

Facciamo una pasta alla crema, và...

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code