Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
1 aprile 2011 5 01 /04 /aprile /2011 13:56

Ieri occasionalmente mi è capitato di ascoltare “Un giorno da pecora” su Radio Due.
Mi capita di rado, non perché non mi piaccia Sabelli Fioretti e Lauro, ma perché in genere a quell’ora (l'ora di pranzo) sono in altre faccende affaccendata.
Insomma, uno degli ospiti della puntata chiamato a rispondere con ironia alle bordate dei due conduttori era Alberto Zangrillo.
Per chi non lo sapesse costui è primario al San Raffaele di Milano, medico personale del nostro amato PdC  e anche esternatore di acute osservazioni sulla meritocrazia in medicina. Per poi accostare allegramente il figlio, ovviamente. Ah, no. Lui era bravo di suo.
Sì, certo.
Insomma, un simpaticone.
Uno da cui farsi curare tranquilli e felici.
Sì.

Nella parte da me ascoltata (il podcast lo trovate agevolmente qui) si è curato bene di dire a chiare letetre che:

 

  • Berlusconi camperà minimo altri 15 anni (e sconfiggerà anche il cancro? Mah, non si sa)
  • Non conosce la fidanzatina di Silvio, al massimo conosce Veronica. Forse perché la fidanzatina non esiste?
  • Non ha mai visto né conosciuto nessuna Olgettina in quanto tutte godono di ottima salute.

Ma la parte che mi ha irritato di più è stata un'altra. Sabelli fioretti gli ha chiesto un parere sull’eutanasia e lui, dal nulla, ha risposto: “Saviano non ha ragione”
Ed è partito senza requie con un pistolotto contro Roberto Saviano reo del famoso monologo su Piergiorgio e Mina Welby. E su Luana Englaro, anche.
Gli è stato chiesto: “Mi scusi, ma se le chiedessero di non attuare l’accanimento terapeutico?”
Risposta: “L’hanno fatto, ma io non li ho ascoltati.”
Bella persona, sì. Ma lui insiste: “Che poi, se uno lo chiede, vuol dire che ancora è capace di intendere quindi può essere salvato”
Bravo. Bravo.
Ma brutto imbecille, se ho una malattia degenerativa impossibile da curare come l’aveva Welby, permetti che io possa anche decidere di non campare come un Ficus Benjamin per 10 anni? Come puoi essere così accetcato dalle tue convinzioni da non ammettere che si possa smettere di procurare artificialmente la vita quando questa non ha senso e non rispettare le opinioni degli altri?
Come puoi essere così arrogante da non ammettere questa possibilità? Chi sei, Dio? Ecco perché prego di non finire mai, mai, mai in mano ai dottori. Perché esistono gli uomini come te, che si arrogano diritti che non hanno.
E non in nome della legge, questo potrei capirlo (anzi lo capisco), ma di un diritto naturale, di una superiorità morale che non possiedono affatto. Preferisco farmi curare dal Mago Otelma, guarda.
E poi il simpatico Dott. Zangrillo  chiosa affermando anche che lui Roberto Saviano non lo curerebbe mai. Figurarsi.
Ora, giuramento di Ippocrate a parte, ma che t’ha fatto?
Cioè, a parte non pulire con la lingua il profumato sedere del tuo padrone, intendo. Ha detto male di te, dottore? Io non trovo che Roberto Saviano sia un Dio, nè un martire o un eroe. E' solo uno scrittore che ha avuto ed ha il coraggio di dire la sua anche mettendosi a rischio. Può non stare simpatico, può non piacere, ma arrivare addirittura a dire che preferirebbe non curarlo mi pare eccessivo.
Sicuramente preferirebbe curare Gheddafi, ché è amico di famiglia.

Io capisco, i soldi sono soldi, ma la dignità Dott. Zangrillo? La sotterriamo sotto le banconote?
Fai una cosa, dottore: insieme alla tua laurea, ai tuoi diplomi, alla serie infinita di cartacce che esponi nel tuo ufficio elegantissimo metti anche una lista.
Sì, un elenco, molto Saviano style. Un elenco dei motivi per cui hai scelto di fare il dottore.
 
Poi ne riparliamo…

 

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code