Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
30 gennaio 2013 3 30 /01 /gennaio /2013 16:34

1490180254.jpgSotto le scalinate di Montmartre l’anno scorso comprai un braccialetto. Non particolarmente bello, a dire il vero, ma me lo ritrovai al polso contro la mia volontà, mentre un ragazzo di colore dal sorriso accattivante snocciolava all’Amoremio tutte le qualità degli italiani a dispetto degli altri europei. Affermando che, specie lui, la nazionalità ce l’aveva scritta in fronte.

“Per te, tre euro! Per americano, sei!” e rideva giù di gusto, come se l’accoppiata americano/pollo da spennare lo rendesse felice. Chissà cosa diceva, che ne so, ai francesi.

“Ora respira e… desiderio!” mi ordinò mentre lo legavo. E via, su, mi son detta: esprimiamolo ‘sto desiderio. Che costa in fondo?

E siccome il mio albergo era da quelle parti, tutti i giorni lo rincontravo e sbandieravo il mio braccialetto a mo’ di lasciapassare e lui buttava lì dei gran sorrisi bianchi.

Attenzione: pollo già spennato. Proseguire pure.

 

È passato quasi un anno da allora e il braccialetto sta ancora lì, al mio polso destro. Nulla ha valso l’incuria, le docce quotidiane, la spiaggia, i maglioni, lo sfregamento con altri più blasonati braccialetti.

Nulla, lui è rimasto lì, ad attendere il passaggio del tempo e delle stagioni, saldamente (più o meno) ancorato al mio polso.

Invece di rompersi e di fare il suo dovere liberando il mio desiderio, lui che fa? S’allarga.

S’è allargato, il bastardo, e  ora rischio di perderlo in giro. Di perderlo, capite? Senza che si sia rotto.

Ora, ovviamente non ci credo a questa storia del desiderio.

Chiaramente.

 

Se fosse così facile ottenere quel che si vuole, il simpatico ragazzo di Montmartre sarebbe ricco sfondato e con la fila fuori dalla porta. Però trovavo tutto molto poetico, quasi da film. Vuoi vedere che stavolta… e invece no.

Non è che Dio mi poteva mandare un segnale classico, tipo “Toh, s’è rotto e non è successo nulla”.

No. Per essere certa che io recepisca il messaggio, il bracciale s’è allargato, mi esce, ma non s’è rotto.

Del tipo manco-ci-sperare.

Anche se non è che ci sperassi poi granché.

E non è che io abbia espresso il desiderio di fare sei al Superenalotto o di ricevere direttamente dal cielo un bonifico da € 100.000 sul conto.

Io scelgo sempre cose banali, cose banali ma non facilmente realizzabili.

Magari al livello dell’impossibile o giù di lì.

Cose che da sola non posso realizzare, sennò faccio da me.

 

Ché mica dei braccialetti mi fido tanto, io, eh…

Condividi post

Repost 0

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code