Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
8 ottobre 2013 2 08 /10 /ottobre /2013 11:09

urlo_munch.jpgAlla macchinetta del caffè.
Mattina ore 08:30.

Non dovrebbe già essere sufficientemente traumatico?
No.

 

Arrivo e ci trovo due colleghe, giovani, già mamme e con evidente sindrome sotuttoio.

“Ciao”

“Ciao, ti si vede la pancia, eh? Che mese sei, quarto?”

“No, veramente nel sesto.”

“Ah. Ma mangi abbastanza? Non mi sembra…”

“Veramente non mi è cambiato l’appetito, mangio come sempre. Comunque la pupa cresce.”

“E dormi la notte?”

“Beh, sì”

“E non ti svegli mille volte per andare  a fare la pipì?”

“Mmm… per ora, dipende da quel che mangio o bev…”

“Insomma, dormi e non ti svegli mai?”

“Oddio, stanotte quando il gatto che voleva le coccole m’è salito in faccia, io…”

“AH!!!”

“Oddio”

“Che è?”

“Non lo posso nemmeno sentire… il gatto sul letto! Io non lo vorrei nemmeno in casa!”

“Ah, nemmeno io!”

“Guarda che il mio gatto è controllatissimo e molto più pulito di molta gente umana”

 

Espressione disgustata e faccia da “sei una brutta persona, sporca e sciatta, nonché futura madre degenere

 

“E poi… sei incinta, mio Dio!”

“La toxoplasmosi!!!”

“E quando nasce il bambino? Come farai?”

“Lo sai che i gatti rubano il respiro ai bambini?”

“E che se ingoiano un pelo muoiono?”

“…”

Scuotimento di teste collettivo.

Sospiri.

Per me queste mi chiamano i servizi sociali.

 

Se avessi avuto le palle, mi sarebbero rotolate fino al distributore di merendine.

 

  

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by Phoebe - in sick sad world
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code