Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
25 agosto 2010 3 25 /08 /agosto /2010 23:30
In questi giorni di ferie appena trascorse ho fatto una scelta: niente quotidiani, nemmeno on-line e niente TG.
Nemmeno quello di Sky.
Nemmeno il sito de “Il Fatto quotidiano”.
Nemmeno il giornale al bar all’ora dell’aperitivo.
Nulla.
Black out mediatico.


 
Quindi mi perdonerete se conosco poco o nulla del divorzio Fini/Berlusconi. Non ve ne avrete troppo a male con me se non sono a conoscenza della debacle sul clan Tulliani e sono venuta a sapere della morte dell’ex Presidente della Repubblica solo da mia madre.
Lo so che non è giusto, lo so che non serve a niente.
E’ stata una scelta.
Disintossicante.
Distensiva.
Antirughe.
Ma ha funzionato fino a domenica.
Oggi già i benefici effetti del silenzio mediatico si sono esauriti. 
E sono ricomparse le prime rughe.
 
Sia ben chiaro, non ce l’ho col Caimano.
 
Ce l’ho con chi lo vota e lo rivoterà, perché vuol essere come lui un uomo che si è fatto da sé. 
Ce l’ho con chi vota Lega, così occupato a guardarsi l’uccello da non capire che il diverso è lui.
Ce l’ho con noi italiani, che diamo siffatta immagine di noi all’estero, e ritrovarmi con un turista belga seduto accanto alla sagra dell’agnello scottadito che mi prende in giro non è bello.
Mi fa rabbia l’opposizione o ciò che ne resta, brandelli di qualcosa che era o poteva essere.
E mi fa rabbia pesare che gli unici barlumi di verità e razionalità provengano da Famiglia Cristiana.
 
E mi fa eco mio padre,che mi ricorda che “L’Italia non è un paese di sinistra, arrenditi. Se non ce l’ha fatta Berlinguer che era un grande uomo, come puoi sperare in queste marionette?” 
E in che cosa sperare? Nell’emigrazione? Nella Nuova Zelanda? O in una nuova coscienza morale e civile che questo paese non ha o ha dimenticato friggendo i neuroni al ritmo ossessivo con cui dimenano le chiappe le veline?
Siamo davvero condannati?
 
Voglio tornare in vacanza. Subito…

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code