Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 marzo 2011 5 04 /03 /marzo /2011 14:23

Ci sono giorni difficili, giorni che non sembrano diversi dagli altri, ma son giorni complicati.
Giorni in cui una parola, quella parola detta di troppo, buttata lì non volendo all’interno di una conversazione banale.
Come una stretta che prende lì, tra il cuore e la gola, a metà tra i sentimenti e la razionalità.
Sì proprio quella parola detta da un estraneo, un conoscente, un amico, poco conta chi la dica.
Ma è lì.
Ed eccola che scava, riporta alla memoria un dolore che credevi morto o almeno affievolito dalla dolce droga dell’oblio. Ma sta lì, invece, in piedi.
Come un tarlo che rosicchia una seggiola rendendola sghemba e vuota dall’interno. E rimane solo la polvere, come lacrime essiccate.

E lo sai, sì che non l’ha fatto apposta.
Che lui parlava di fatti suoi, che nemmeno ti conosce o forse sì, ma non sa cosa dentro di te si agita come un tizzone ardente nascosto sotto la cenere del camino.
Non l’ha fatto apposta, no. Ha solo sollevato un velo, sottile e impalpabile come le ali della falena.
E tu lo sai, sì lo sai che puoi dominarlo questo dolore, questa spina nel fianco che ti brucia. L’hai fatto altre volte, anche quando faceva più male e le lacrime non potevano smettere di scendere neanche sotto comando. L’hai fatto quand’eri più fragile, solo una ragazzina,e  puoi farlo anche ora se solo lo vuoi.
Ma ci sono giorni che è più complicato, giorni in cui tutto è più difficile e senti cedere le tue difese, non così solide come credevi di averle costruite.
E il tuo viso sembra deformarsi in un abbozzo di normalità, non lo domini. Vorresti restare impassibile ma lui si muove e tu sei lì, impotente davanti ad altri essere umani che ti chiedono: “Che cos’hai? Stai bene?”.
E tu abbozzi, dici che saranno gli ormoni o la luna piena, poco conta.
L’importante è essere creduti, anche per finta non importa, l’importante è richiudere la porta e non far entrare nessuno.
Sì sì, sto bene. Non è niente.
  
Passerà.

 

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code