Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
18 gennaio 2012 3 18 /01 /gennaio /2012 07:09

Criceto.pngLi vedi la mattina, vestiti  dei materiali più improbabili. Tu vai al lavoro, loro corrono.

Sulla pista ciclabile che corre intorno al lago, per strada, al parchetto.

Dotati delle andature più improbabili, corrono spesso abbigliati come per un’avventura al Polo Nord.

Ce ne è uno identico al nonno di Bear Grylls, anzi sono abbastanza sicura che si tratti proprio del suo ottuagenario parente: barba e capelli stile Cast Away, percorre su e giù la pista ciclabile tutte le mattine che Dio ha messo in terra alle sette e quaranta precise.

No dico, ci siete mai stati al Lago Trasimeno d’inverno?

Bello, eh. Tramonti e albe mozzafiato e colori che non trovi in molte altre parti del mondo.

Ma un freddo.  

Non solo è freddo, ghiaccia e c’è la nebbia, ma è così umido che riesce a trapanarti le ossa.

Loro no.

Loro corrono.

Giuro che una mattina mi fermo e gli chiedo dove cazzo vanno co’sto freddo, che per sghiacciare il parabrezza c’ho messo 10 minuti stamattina.

No, perché deve essere motivato tutto questo dolore.

Almeno chi porta a spasso il cane c’ha un perché, c’ha la povera bestia che deve fare i bisogni e il padrone rispettoso la asseconda.

Ma quelli che corrono con -3° io proprio non li capisco.

No, non ci arrivo.

No.

No.

E poi si sentono una specie di élite, questi corridori.

Una casta.

 

Che siano criceti in corpi umani??

Condividi post

Repost 0
Published by Phoebe - in sick sad world
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code