Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
29 maggio 2013 3 29 /05 /maggio /2013 17:09

vintage-city-newspaper-rain-woman.jpgCi sono giorni che proprio non ce la puoi fare, che ti pesano le gambe come macigni, le lancette dell’orologio sembrano immutabili e fisse e fuori piove. Piove come se non ci fosse un domani, con un grigio da novembre che spaventa e fa rintanare il mio gatto sotto la coperta di pile.

Accendiamo i termosifoni? Perché no.

Ed è quasi giugno, per dire.

Si può essere allegri, pimpanti e pieni di energie con questo tempo?

Io no.

Io sono schiava del sole.

Metereopatica folle.

C’è il sole? Ok, posso affrontare anche Godzilla tenuto a dieta con tofu e broccoli per tre settimane.

Piove? Noncelapossofare.

Piove da talmente tanto che non mi ricordo più il conforto della luce solare? Aiutatemi.

Pure le mie piante so entrate in coma, non ce la fanno più. I peperoncini guardano il cielo intirizziti, mentre le piante grasse si stringono gli aculei uno all’altro a cercare un po’ di caldo. Tutti i fiori che promettevano di sbocciare se ne stan lì, incerti nel comprendere se sono loro hanno sbagliato  il tempo in cui fiorire o se è la natura ad essere impazzita.
Ok, non ci sono più le mezze stagioni: però è giugno.

 

Poi c’è la mia piantina preferita, quella che amo. Ce ne avete una voi? Io sì, anche se sono banderuola e cambio spesso amore.

Il mio attuale amore si chiama Kangaroo Paw, dalla somiglianza dei suoi fiori alle zampette dei canguri.  Non è semplicemente adorabile?

Trattasi di pianta australiana il cui unico bisogno risiede in un ambiente luminoso, meglio se in pieno sole. Sole, do you understand? Eccola lì, mi guarda e deperisce a vista d’occhio. E ci credo, non c’è più sole da 20 giorni, lei sogna il sole australiano!!

Piantina, ti sono vicina, pure io vorrei il sole.  Resisti, non ti arrendere!
Non morire, lotta!

Ti prometto che arriverà l’estate.

 

Forse…

Condividi post

Repost 0
Published by Phoebe - in sick sad world
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code