Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
15 dicembre 2011 4 15 /12 /dicembre /2011 07:22

127.jpgC’è una donna che non voglia dimagrire o che non stia (anche solo psicologicamente) a dieta?
Se c’è vorrei conoscerla, davvero, visto che colleghe e amiche molto (ma moltomoltomolto) più magre di me sono ossessionate dalla dieta e che non mi viene in mente nemmeno una conoscente che riesca a piacersi consecutivamente per più di venti giorni, arco di tempo in cui tutte le certezze e sicurezze possono venire minate dalle pressioni psicologiche pubblicitario-marchettaro-mammesco che attanagliano tutte le donne di qualsiasi età.

 

Ho assistito alla seguente scena in un negozio di abbigliamento.
Bimba di 6/7 anni con la madre a fare shopping. la madre prende una gonna dall’espositore e si dirige verso il camerino. La bimba le prende la gonna, esamina il cartellino ed esclama: “Mamma, ma è una 46! E’ una taglia da grassa!
Io mi sono nascosta dietro un espositore, la commessa (anoressica) sghignazzava dietro la manina ossuta e la madre credo sia svenuta. O morta.
Volevate un deterrente alla procreazione? Eccolo.

 

Ma torniamo a noi, anzi a me.
Dopo aver scartato la Dieta Dukan per evidenti motivi etici (mangiare badilate di carne non mi sembra salutare), la Dieta a Zona per mancanza materiale di tempo e del pallottoliere e la Dieta Tisanoreica perché vorrei vivere almeno fino alla fine del mondo preventivata dai Maya di Giacobbo, ho seguito il consiglio di Daniela ed ho scaricato una semplice app per l’Iphone davvero innovativa (e gratuita): Shape Up!

Inserito il proprio peso e quello desiderato,  il programma calcolerà un budget giornaliero (nel mio caso 1335 calorie) che dovrà essere rispettato durante l’arco delle 24 ore. Se poi si fa attività fisica, il budget viene incrementato in base al lavoro svolto. No, la Xbox non vale come attività fisica. No, nemmeno il movimento ondulatorio con lòa forchetta. Ma il sesso sì, per dire.
Ovviamente vanno inseriti settimanalmente il peso (odio pesarmi) e quotidianamente quanto mangiato ogni giorno, pesando e valutando tutto, pure il caffè.
Si tratta della scoperta dell’acqua calda, ne converrete con me, ma comunque utile per evitare di mangiare porcherie ed uscire fuori dal budget di calorie senza che ne valga la pena.
Se sforo, voglio sforare per la Nutella, non per i crackers di mais.
Ecco.
Funziona? Mi sarà d’aiuto?
Vedremo.

 

Intanto, male non fa…

Condividi post

Repost 0
Published by Phoebe - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code