Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
2 luglio 2009 4 02 /07 /luglio /2009 12:46

Finalmente si parte.

Complice il volo dalla mia città, torno a Barcellona, mio antico amore di gioventù.

Non è una città nuova, causa amici vari all’Università che c’hanno fatto l’Erasmus, la conosco abbastanza bene ma questa volta ci vado con l’Amoremio quindi sono tutta contenta ed emozionata.

Abbiamo bisogno di una bella vacanzina, di staccare, di smettere di correre.
Prenoto tutto io tramite internet, smadonnando in 14 lingue diverse tra cui l’aramaico antico a causa di una connessione che definire schizzoide è poco.
Ma alla fine riesco: volo della Ryanair fino a Girona e alberghetto in Passeig De Gracia.
Tutto perfetto.
Per risparmiare portiamo una sola valigia, ma io sono donna pratica e non mi spavento se non posso portare tutte le mie scarpe.
Felice come un uccellino a primavera, canticchio e studio itinerari e ristoranti da frequentare.
E siccome sono una brava organizzatrice, decido anche di fare il check-in online come proposto dalla compagnia aerea, così si risparmiano soldi e tempo.
Che donna, IO.
AH!
Mi collego col portatile sulle ginocchia, sul divano, accoccolata come una gatta. Carta d’identità di entrambi a portata di mano, stampa della prenotazione sul tavolino.
Che donna perfetta ed organizzata.
Che mito.
Inserisco i dati e con supponenza.
Il sito della Ryanair mi tampina con inutili avvertimenti quali “controllate bene i vostri dati prima di confermare”, ma io li scanso con poca gentilezza. Si facessero gli affari loro, 'sti menagrami.
Invio, invio, ok, invio.
Stampa carta d’imbarco? Sì, grazie. Visualizza prima? Sìsì, fai come vuoi.
Invio, invio.
Passo rapidamente un occhio sullo schermo e… PANICO, TERRORE E RACCAPRICCIO!!!! Per errore ho scritto il numero della mia carta d’identità anche sotto le generalità dell’Amoremio!
Uguali!
NOOOO!!!
Ma come ho fatto?
NOOO!

Torno indietro, ma niente.
Una scritta odiosa mi lampeggia: “Dati non modificabili. In caso di errore contattare il nostro call center”. Dove? A che numero? Dimmi chi devo chiamare! Puttana!!!!
In preda ad un moderato panico mi servo di Google per recuperare il numero (scriverlo lì, no eh?) e chiamo. Quand’ecco che “Vodafone, il suo numero non è abilitato alle chiamate con il prefisso 800. Contattare il 190
Oh merda. No, no,no, no!!!! Mi ci vorrà una vita!!!!!!
Squilla il telefono.
Lui: “Amore, sto tornando. Serve nulla?
Phoebe (nella sua testa “Un cervello nuovo per me? Altri due biglietti per Barcellona? Un fucile per minacciare la signorina del 190?”): “N-n-nno, amore.”
Lui: “Tutto a posto? Mi sembri strana…
Phoebe: “Sì sì, è che concentrata... ero in internet…
Lui (dubbioso): “Vabbè. Tra dieci minuti sono a casa. A dopo!
Merda, merda, merda. Fa sempre tardi in ufficio, perché stasera no?

Chiamo il 190.
Cinque minuti di attesa (top client, eh? Ma vaff…) con la musichina più snervante dell’emisfero nord e la signorina mi sblocca i numeri 800, dopo avermi fatto mille domande e inviato due mail.
Esasperata chiamo il call center della Ryanair.
Call center Ryanair. Il numero è attivo dalle ore 8 alle 20. Si prega di richiamare negli orari indicati
Guardo l’orologio. Ore 20 e 03.
PUTTANISSIMA EVA.
Sto per mettermi ad urlare fortissimo, quando sento infilare la chiave nella toppa.
Vorrei nascondermi sotto il tavolo dalla vergogna e invece mi piazzo con le spalle al pc e sfodero il mio miglior sorriso. Forse se gli salto addosso e lo distolgo col sesso, ho tempo fino a domani per rimediare a tutto sto casino…

Phoebe: “C-c-c-ciao amore mio!”
Lui: “Ohi, andata bene la giornata? Che fai?” E si sporge verso il portatile
Phoebe (buttandomi addosso): “Niente, roba di blog…
Lui (scavalcandomi): “Mmmm, volevo giusto vedere le previsioni per domani
Phoebe (tirandolo verso di me, melliflua): “Ma che fai, vieni!”
Lui: “Dai, fai la brava!!! Uhhhhhhh! Ma hai fatto il check-in online! Ma che brava!!!”
Merda, merda, merda!
Penso di scappare dal terrazzo.
Lui. “Ma… non hai stampato la carta d’imbarco! Ecco qui, fammi vedere…
Stampa, ed è tutto a posto.
Io: “???”
Lui: “Ecco, così la puoi mettere nella cartellina ed è tutto pronto per partire!”
Io:"????"
Mi porge la cartellina, mi bacia ed inizia a spadellare per la cena.
Avevo letto male dalla fretta, perhè viene stampato andata e ritorno di ognio passeggero prima di passare all'altro.
Svengo sul divano.

Mi sa che questa vacanza mi serve proprio…

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code