Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 aprile 2009 7 19 /04 /aprile /2009 18:22
Le vedo spesso quando vado a fare la spesa. In fila, con le loro tuniche colorate e lo chador in testa finemente coordinato.
Chiacchierano tra di loro, una fa la fila al banco, l'altra prende la frutta mentre la terza regge il carrello.
La più vecchia avrà cinquantanni, l'ultima forse la mia età anche se è difficile stabilirlo con precisione. Impossibile farci quattro chiacchiere, al primo accenno abbassano gli occhi ed interviene prontamente la maggiore, unica portavoce di un mondo chiuso a chiave col lucchetto.
Sono le tre mogli del venditore di tappeti del paese, Omar.

In Italia da un tempo immemore, Omar è perfettamente integrato nella società del mio piccolo paese. Vende tappeti persiani bellissimi, di cui decanta la meraviglia con uno strascicato accento umbro. I suoi figli in Iran non ci sono mai stati ed il loro mondo è tutto qui, tra la scuola elementare e le partite di pallone. Sono tutti maschi, ad Allah piacendo.
Delle vecchie usanze Omar ha conservato poche cose, tra cui l'abitudine alla poligamia ed all'andarsi a prendere la moglie direttamente “a casa sua” cioè in Iran con la mediazione ben pagata di amici e parenti (maschi) rimasti lì.
Naturalmente per la legge italiana solo la prima è la sua legittima moglie, ma tutte si sentono “paritarie” almeno a sentir loro. E se mio padre quando li vede sfilare la domenica a passeggio si stringe in spallucce chiedendosi come possa lui sopportare ben tre moglie quando a lui pare ampiamente sufficiente la sua, a me viene spontaneo pensare se sia possibile essere felici in un gineceo simile, dotato di una gerarchia strettamente .
E proprio mentre le vedo fare la fila alla cassa, ordinate e silenziose come soldatini,il mio occhio cade su un articolo del giornale che ho comperato. E scopro che nell'Afghanistan filo americano viene reinserita la sharia silenziosamente, per assecondare correnti politiche che il presidente Amid Karzai ha paura a sfidare ( un po' come se per assecondare il Vaticano, il nostro governo parlasse di eliminare la legge sull'aborto... ipotesi non tanto assurda, ripensandoci...).
Silenziosamente, perché gli alleati stranieri non ci facciano più di tanto caso e le associazioni umanitarie la prendano sottogamba.
E così, le donne devono assecondare tutti i desideri sessuali dei loro mariti, sposarsi a 11 anni con vecchi bacucchi che nemmeno conoscono, sottostare a terribili torture fisiche e psicologiche. Non possono nemmeno andare dal dottore o fare la spesa da sole.
Per la sharia, vorrei ricordarlo, una donna è colpevole a prescindere ed il 75% delle donne che si trovano in carcere sono state condannate per crimini che in qualsiasi altra parte del pianeta le vedrebbe sul banco delle vittime. In caso di stupro in Afghanistan una donna violentata viene condannata per "zina", cioè per sesso consenziente fuori dal matrimonio.
Roba da far venire i brividi
Ah, dimenticavo: le donne che protestano vengono prese a sassate senza che le forze dell'ordine intervengano.
Il tutto sotto silenzio, non ne parla nessuno.
Zitte. Mute. Sottomesse.
Come le mogli di Omar l'occidentalizzato, che camminano in fila sul marciapiede con i sacchetti della spesa.
In silenzio, sotto lo chador.

Anche in Italia non se ne parla, siamo tutti presi da altro.
C'è il terremoto in Abruzzo, per carità.
Ma anche il campionato, la Ferrari che quest'anno fa i capricci, Adriano in fuga in Brasile e gli abitanti della casa del GF.
Così queste donne, che solo negli anni '70 vestivano all'occidentale, studiavano e ricoprivano ruoli di potere di ogni genere, oggi sono ridotte al silenzio.
Di nuovo.
Perché fa comodo, perché previcare e cercare di sottomettere è nella natura dell'uomo.

Anzi, del maschio.

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code