Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
12 maggio 2010 3 12 /05 /maggio /2010 21:42
E’ sempre stato così.
 
Alle elementari i miei temi facevano il giro della scuola e le maestre li leggevano come esempio agli altri bambini. Rendendomi simpatica come uno scarafaggio in bagno, questo c’è da dirlo.
Una volta, in seconda, mi sono azzuffata con la figa della classe che con l’arroganza di Mimi Ajuahara disse alla maestra che il racconto che avevo scritto l’avevo copiato: c’aveva le prove. Prove che, dopo 28 anni non mi ha ancora mostrato, ma che le sono costate un paio di ciocche di capelli biondi.
Alle medie i concorsi vinti e le lodi si sprecavano, ma non furono sufficienti ad impedire ai miei genitori l’iscrizione al riformatorio
 
Da qui il buio.
 
Ricominciai  a scrivere davvero solo all’Università, riaccostandomi a quello che per me è stato sempre paragonabile ad una funzione vitale. Scrivere è come la cioccolata: mi fa sentire meglio, più vitale, più viva. Nel 2003 aprii il mio primo blog. Per noia, per voglia di scrivere e farmi vedere. 
 
Nel web, si diceva, qualche editore potrebbe notarti. 
Farti pubblicare un libro. 
Diventare la nuova J.K. Rowling!
Sì certo, infatti.
Come no.
Sìsìsì.
E’ così che succede.
La gente ti legge, su carta e su internet, e ti loda. 
E così uno ci pensa.
Ci prova.
Ci spera.
 
Ma perché non scrivi per vivere?
Sei sprecata!
Buttati!Non hai coraggio, fidati delle tue grandi capacità!
Sei bravissima, dovresti dedicarti di più!
Hai talento!
Se ci credi, riuscirai!
 
Ma vaffanculo.
Certo. Perché infatti in Italia tutto ciò è possibile.
Sarà che capitano solo a me editori che propongono pubblicazioni “a contributo fisso”. Il tuo, però. Giornali che ti pagano ogni volta che passa la cometa di Halley. Gente che ti dice “Sei brava, se vuoi lavorare con noi però… non abbiamo i soldi per pagarti, quindi gratis”.
C’è la crisi.
Mi dispiace.
Vuoi essere pagata per il tuo lavoro? Ma che assurdità! C’è la fila fuori di gente che lavorerebbe gratis, e tu? Tu? TU? 
Tu ti vuoi far pagare???????
Non essere ridicola!
C’è la crisi.
 
Sarà che gira male oggi, ma il prossimo che mi dice perché non scrivo per vivere (visto che sono brava, sono un  genio, sono una scrittrice provetta) si becca una testata fortissima in faccia.
E lo so che sono fortunata: c’è la crisi e io ho due lavori. Uno pagato male e l’altro per niente, ma c’è chi sta peggio.
In fondo, c’è la crisi.
 
Ma sono scoraggiata, e non so come farmi passare questo momento grigio.
Poi magari domani mi telefona un editore/direttore onesto e comprensivo e mi cambia lo scenario.
Magari, dico.
 
 
Ma c’è la crisi, baby…

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code