Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 ottobre 2008 6 04 /10 /ottobre /2008 15:45
Sì, lo so, come al solito arrivo tardi sulle cose.
Ieri a pranzo il mio amichetto tecnologico mi fa: “Scaricati il video che si chiama La storia delle cose, è davvero interessante! ma come fai a non conoscerlo?? Una come te?!!”

Così ieri, in ritardo comprensibile su tutta la popolazione terrestre dotata di Internet, anch'io mi sono vista l'interessante documentario di Annie Leonard, esperta di sviluppo ecosostenibile e di salute ambientale che ha girato il mondo per documentarne le condizioni.
Il video dura venti minuti e chi non l'ha ancora visto può agevolmente provvedere cliccando sulle immagini qui sotto (è diviso in tre per comodità, non fate i pigri e non fermatevi al primo, pulciari!!).


In un mondo comandato dalle multinazionali in cui i governi sono solo burattini sorretti da fili, le persone normali sono solo carne da macello?
Il mondo corre sparato verso la distruzione, comandato dalla sua onda consumistica senza freno, dallo smodato desiderio di possedere più cose abilmente indotto dalla pubblicità?

Parrebbe di sì. 
E sembrerebbe anche un processo irreversibile.
Devastazione, sfruttamento, produzione di sostanze tossiche, sopraffazione delle popolazioni non commercialmente interessanti.
Devo dire che il video mi ha molto colpito sotto vari aspetti.
Ma se c'è un momento per me in cui fa centro nella mente femminile, non è tanto nella descrizione della contaminazione del latte materno, ma quando parla di scarpe.

Già.
Un anno va il tacco fino, l'anno dopo quello spesso. E se nell'anno giusto non hai la scarpa giusta non sei alla moda e ti senti fuori posto perchè non rispetti i dettami della pubblicità.
Terribile.
Ma terribilmente vero.

Quand'è che siamo diventati così sciocchi?
Quando abbiamo iniziato a vendere l'anima per uno stereo nuovo?
Quand'è che ammassare cose è diventato più importante che godersi quello che si ha?
Il video è riferito agli USA, terra di origine della Leonard, ma riguarda tutto il mondo industrializzato, il cosiddetto mondo civile a ci anche noi apparteniamo.
E cosa facciamo in Italia?
Cosa fa un governo

Dovremmo tornare ai dettami dei nostri nonni, rispettare le cose che si hanno e non bramare sempre.
Riciclare, essere cittadini coscienziosi.

Ma forse oramai non basta più.

E voi, che ne pensate?











Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code