Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
18 febbraio 2011 5 18 /02 /febbraio /2011 10:04

Nonostante tutte le manifestazioni che si possano fare, è innegabile che in Italia il detto più vero e che rispecchia la mentalità maschilista ed italica sia il vecchio: “Tira più un pelo di **** che un carro di buoi in salita.” Lo diceva anche Vulvia, ed io non mi sento di contraddirla.
A corollario di ciò, mi pare evidente che a far vendere giornali e prodotti in genere non sia la bontà del contenuto insito nel prodotto stesso, ma un paio di tette a pubblicizzarlo.
E’ vero?
Mah, diciamo che se non hai mai comprato quella rivista, tu maschio medio ne sarai attratto. Magari la compri anche. Ma se il contenuto è rivoltante, sarà la prima ed ultima volta.
E proprio in virtù di ciò un fulmine a ciel sereno squarcia la cronaca italiana. Macché Ruby, macché Egitto, la vera notizia è che Belen Rodriguez è stata licenziata dalla Tim.
Già. La più italiana delle compagnie telefoniche ha commissionato un sondaggio (è la moda) e ha scoperto che le chiappe in bella mostra dell’argentina non piacciono alle famiglie, che decidono così di cambiare gestore.
 Ora, io alla TIM due paroline gliele vorrei dire.

Lungi da me difendere Belen, che trovo una delle più antipatiche creature mediatiche che il blob della televisione italiana abbia mai prodotto, siete sicuri Sigg. Tim che la colpa del calo sia solo sua?
Fatevi un bell'esamino di coscienza, via!

Non mi risulti che si scriva da sola le sceneggiature di quegli odiosissimi spot, anzi a dire il vero non sono nemmeno sicura che sappia scrivere. Quindi, se il suo essere ornamentale  e svestita non vende, fatevi una domanda: non è che è colpa dei vostri autori?
La musica di questi caroselli senza né capo né coda ma basati sull’inossidabile binomio tette/culo che, si sa, in telefonia vende un sacco, è così odiosa da trasformare in serial killer la più innocente casalinga di Voghera. Poi vi lamentate degli abbandoni delle famiglie?
Certo, anche la Belen non è che sia un mostro di simpatia. Ride come una foca monaca e porta in giro l’esemplare più lurido e farlocco di maschio italico: Fabrizio Corona. Fonti scientifiche ancora non accreditate l’hanno classificato come l’importante anello mancante nell’evoluzione tra scimmia e uomo. Ma possibile che sia colpa sua? Che non venda?
Non lo so, sono scettica.  
E comunque sostituirgli un’altra bonona, ancorché meno discinta, non mi pare la soluzione.
Per dirla con Silvio, il calo delle vendite sarà basato sicuramente su questa ondata di falso moralismo sinistroide che cavalca l’onda eversiva causata dai giudici di Milano. Insomma, è sempre colpa di quegli sfigati di comunisti. Cribbio.
O magari delle vostre tariffe, cari Sigg. Tim. O del fatto che io ho buttato una scheda prepagata vostra dopo una settimana, perché va bene la pubblicità, ma essere assalita a tutte le ore  da sms pubblicitari (in una fase della mia vita in cui aspettavo trepida importantissimi sms chiarificatori) anche no.
Cari Sigg. Tim, solo una prece: ora che avete fatto fuori l’odiosa argentina, non fermatevi così, sul più bello. Prendete anche a zampate pure De Sica, non fatevi scappare l’occasione per fare pulizia sul serio.

 
Però il cane di Totti mica potete scritturarlo, eh!
 

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code