Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
11 settembre 2012 2 11 /09 /settembre /2012 17:26

analog-remember-copia-1.jpgOggi è l’11 settembre e non c’è bisogno di commenti ulteriori. Una tragedia, un punto di rottura, una crepa nelle certezze della nostra società, un orrendo incubo.

Undici anni fa il mondo è cambiato per sempre e non si può negare.

 

 

Dov’eri undici anni fa?

Che facevi?

Uddio che tragedia.

 

Non voglio sminuire questa immane e insensata violenza, ci mancherebbe, ma è diventata la sagra della banalità, con commemorazioni, speciali, dossier. La televisione generalista e non attinge a piene mani nella commemorazione, cercando una lacrima fin troppo facile.

L’11 settembre sembra diventato il santo patrono dei complottisti, di quelli che vedono Al Qaeda dietro l’aumento al litro del latte intero, l’intervento alieno quando piove troppo  e immaginano congregazioni di potenti che muovono lo spread come fosse un burattino.

Un attimo: avessero ragione loro?

Mumble mumble.

 

Ma non volevo parlare di questo.

No. Vi volevo chiedere, ma voi, ve lo ricordate il mondo del 2001?

La vostra vita, le abitudini, i problemi, le serie preferite alla televisione, le gioie?

 

Io ero una ragazza molto diversa da oggi, forse ingenua, forse più insicura di oggi.

Certo, diversa. Lavoravo da poco, il mondo mi trascinava con sé, non avevo ancora un blog, dovevo ancora incontrare alcuni tra i miei più cari amici attuali (molti, invece, ci sono e c’erano). Credevo che tutto mi fosse dovuto, non sapevo cucinare più della pasta al pomodoro, mia nona Spina era ancora con noi e mi sopportava tutti i giorni.

Non avevo ancora incontrato l’Amoremio e anzi prima di lui avrei dovuti incontrare altri vari esemplari equivoci di sesso maschile che avrebbero minato il mio già fragile sistema nervoso.

 

Alla televisione guardavo Streghe e Buffy, senza farmi mancare (quasi) mai la mia puntata del venerdì di Sex & The City su Tmc. E mi pareva pure di essere un sacco trasgressiva.

Quella ragazzina aveva un brutto carattere anche allora, proprio come oggi, ma forse sapeva tenere a freno meno la lingua.

 

E voi, come eravate?

Condividi post

Repost 0
Published by Phoebe - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code