Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 maggio 2011 2 10 /05 /maggio /2011 08:03

Io, Ignazio, non l’ho mai sopportato.
Un po’ perché c’ha il ghigno di chi rimpiange l’olio di ricino come strumento correttivo, un po’ perché uno che di secondo nome fa Benito e chiama i figli Cochis, Geronimo e Apache dei problemi non può non averli.
E poi la sua ultima intervista da Fabio Fazio mi aveva lasciato così irritata da farmi venir voglia di sterminare gli indiani. Ancora, sì. Lo so, poveracci. Ma la colpa è di La Russa.
Poi, una pigra domenica mi cade l’occhio su un articolo che parla proprio del nostro.
Lui, che bello non solo non è, ma non è mai stato, sentenzia: “Non è vero che candidiamo solo belle donne: ne candidiamo anche di brutte, ma non brutte come quelle della sinistra".


Allora, d’istinto avrei voluto rispondere col turpiloquio, anche perché un bel vaffanculo quest’uomo se lo è guadagnato col duro lavoro e chi sono io per negarglielo?
Poi mi è arrivata addosso l’indignazione.
Ma come si permette?
Ma allo specchio non si guarda mai?
Ma come si permette di giudicare una donna solo dall’aspetto fisico?
Ma come si permette di giudicare una donna anche dall’aspetto fisico, quando in un uomo non accade?
 
Ovviamente per il PDL il Parlamento, ma le istituzioni politiche in generale hanno la stessa valenza dei cataloghi di biancheria femminile e le candidate possono essere scelte su Postalmarket.
E io che pensavo che Nicole Minetti fosse l’igienista dentale di Silvio.
Illusa.
 
Tuttavia l’esternazione di quest’imbecille (sì, perché questo è), mi ha portato a riflessioni più ampie, che sicuramente i suoi analisti o i suoi leccapiedi (o un Ghedini qualunque) possono spiegargli emglio di me. 
 
Riflessione n. 1
Tu donna che voti PDL, che la mattina ti guardi allo specchio e c’hai le borse sotto gli occhi, qualche accenno di ruga e il capello disperato, come ti senti? Come ti senti pensando che per le persone che hai scelto TU per governare si fanno beffe di te perché non sei liscia come a vent’anni e non sei degna della copertina di Dipiù?
Tu, donna che hai votato e rivoterai ancora PDL, me vai fiera perché la lacca ed il surrogato del botox che ti hanno iniettato sottocutaneo hanno azzerato le tue sinapsi? Oppure te ne vergogni un po’, ma come col mascara non sai farne a meno?
Questo mondo di maschi azzimati e ninfette scosciate così poco aderente alla tua realtà non ti fa sentire ancora più inadeguata della pubblicità della crema contro la cellulite?
 
Riflessione n.2
Sfogliando il mio giornale di riferimento con una seienne, l’unica persona da lei riconosciuta non è stata il principe William e nemmeno la neosposa Kate. No. Nemmeno Lady Gaga. Assolutamente. E’ stata una velina. E nemmeno col suo nome di battesimo, no. “Quella è la velina” ha detto la bimba innocente.
Ed io mi chiedo cosa resta dell’Italia, della sua cultura, delle sue donne.
E cosa ne rimarrà tra dieci anni se non ci decidiamo a rimboccarci le maniche e ad invertire questa tendenza orribile e asfissiante.
 
Forse solo scheletri.
Ma con le tette siliconate.
 
Che tra l’altro, inquinano pure…

 

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in paranoie
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code