Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
29 settembre 2012 6 29 /09 /settembre /2012 16:19

 

Una-gita-fantastica-copertina.jpgMi chiama mia madre in preda al panico: “Tua cugina Federica compie gli anni, cosa le regaliamo??”

 Mamma, qualcosa troveremo...”

Ma ha 13 anni, è una teenager! E lo sai come sono i ragazzini oggi! Sono terribili”

Mamma, a parte che Federica non è terribile, lo sa che quando parli inglese mi fai paura? Forse dovresti smettere di vedere i programmi della De Filippi...”

...”

..”

 

Insomma, alla fine me la sono presa io questa gatta da pelare, ma solo perché avevo già la soluzione in tasca. E tutto grazie ai libri de L'isola dei ragazzi, casa editrice napoletana attiva da oltre dieci anni nel settore ragazzi, e che pone attenzione all’attualità con uno stile chiaro e diretto. Inoltre, attraverso le tante collane, affronta i grandi temi dell’ambiente, della salute, della legalità, dell’arte e della spiritualità, favorendo il dialogo dei ragazzi col difficile (non solo per loro) mondo degli adulti.

In più, proprio in questi giorni è uscito “La gita fantastica”, secondo capitolo della serie “Naturalmente Viola” della scrittrice e blogger Claudia Traversa che lacasa editrice L’isola dei ragazzi dedica alle teenagers.

La protagonista è Viola Desideri , una tredicenne amante degli alberi (adora disegnarli) che vive questa passione con i colori accesi propri della sua età e che vive tutto, amori, amicizie, scuola e famiglia, con la tempesta di sentimenti tipica dell'adolescenza. C'ha anche una pagina Facebook, come tutte le ragazzine.

Dalla fine del primo libro, “La festa di Halloween” ritroviamo i personaggi già tanto amati dai lettori alle prese con la quotidianità, fino a quando il bel Thomas annuncia a Viola la sua partenza per un soggiorno studio di tre mesi a Madrid. Questa notizia destabilizza a tal punto la ragazza che, durante una gita scolastica in una riserva naturale, conosce Luk, una guida del parco, un ambientalista più fanatico che coscienzioso, e si lascia coinvolgere in un’avventura pericolosa.

Che dite, glieli regalo tutte e due??

 

Certo, non si tratta di grandi classici, ma in un mondo come il nostro che fa di tutto per portare i ragazzini lontano dalle meraviglie della lettura, si tratta di un buon viatico.

Riconoscendosi in Viola, Federica potrà perdersi nel suo mondo, tanto vicino al suo , e iniziare ad appassionarsi alla lettura.

Inoltre, in accordo con l'animo ambientalista di Viola e di tutto il libro (e anche il mio) la casa editrice L’isola dei ragazzi ha deciso che tutte le copie di “Naturalmente Viola” sono e saranno stampate su carta ecologica con procedimento FSC.

 

Perché un libro, anzi due? Perché non mi voglio arrendere.

Non voglio pensare che sia una causa persa, non voglio regalarle un videogioco o una trousse con cui pavoneggiarsi in classe. Anche se così mi vorrebbe più bene, eh.

Ma magari mi ringrazierà più avanti!

 

Speriamo...

 


Condividi post

Repost 0

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code