Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
2 maggio 2007 3 02 /05 /maggio /2007 00:11
Che io sia innamorata del posto in cui vivo è risaputo.
Qualsiasi stagione sia, mi piace passeggiare la domenica pomeriggio lungo le rive del Trasimeno, sfidando la nebbia d’inverno e le zanzare d’estate.
Niente mi riappacifica di più col mondo e mi ricarica le pile del cervello di una appassionante immersione tra viottoli e ciottoli del mio paesello.
Io, il mio cane, la macchina fotografica.
Non molto glamour, ma rilassante.
Almeno, questo era quello che credevo.

All’improvviso stamattina scopro però che l’amore che nutro per la mia terra non è giustificato solo e semplicemente dall’attaccamento alla natia patria.
No, signori e signore del pubblico.
Affatto.

L’Umbria è il posto più bello d’Italia.
Esattamente.
E non lo dico io, né un giornale di free press qualunque marchettaro quanto basta.
Né, tantomeno, qualche turista svitato mio affittuario, che viene a passare le vacanze chez Phoebe.

Lo dice niente meno che l’autorevole New York Times in un articoli sui consigli di viaggio di Michelle Higgins.

Macché Chiantishire, ma quali verdi colline senesi!
Il vero trend è l’Umbria!
La verde Umbria, signori miei!
Terra sconosciuta, medievale, di santi e di natura, di spiritualità e di buon cibo.
Terra del Sagrantino e degli etruschi, del Perugino e del tartufo.
Venite e provate per credere!!!

Perché, si chiede il NYT, andare a spendere cifre esorbitanti affittando appartamenti in ville coloniche decadenti nell’ormai inflazionata ed iper-pubblicizzata Toscana, quando si può far un tuffo nella verde ed economica Umbria?
Cos’ha in meno Perugia di Siena?
Spello di Cortona?
O Orvieto di Arezzo?

Niente, a parte un battage pubblicitario ed una iconizzazione della Toscana di cui molta colpa ha l’orrendo ed insultante, per tutti gli italiani con un briciolo di orgoglio, libro “Under the Tuscan sun” che tanti anglofili con dollaro sonante in tasca attira nelle terre aretine.
Non che la Toscana non sia bella, ci mancherebbe.
Ci sono incantevoli luoghi e piccoli paradisi.
Proprio come in Umbria.

Molti scrittori, registi ed attori hanno già capito la tendenza e acquistato bellissime case tra le verdi valli umbre, primo tra tutti Terry Gilliam (che, a quanto pare, dovrebbe abitare in qualche posto non identificato proprio sopra casa mia, ma nessuno conosce l’esatta ubicazione del villone. Dicono.) e molti film e fiction sono girate proprio qui.
Qualcosa si muove, quindi.
Urrà, urrà!

Speriamo che tutta questa pubblicità porti turisti e benessere, insieme ad una nuova e maggior coscienza cittadina verso le meraviglie naturali, storiche ed architettoniche in cui tutti i giorni viviamo senza accorgercene più di tanto.
Ed esempio, cittadini di Perugia, pensate mai prendendo le scale mobili da Piazza Partigiani a quant’è bella la Rocca Paolina?
A quanto sia affascinante il lago quando luccica sotto il sole primaverile?
A quanta immensa scelta ci sia di borghi da visitare nelle domenica troppo fredde per buttarsi a prendere il sole su un verde prato?
Se non capiamo e valorizziamo noi abitanti le bellezze del posto in cui viviamo, chi lo farà?
Mi capita spesso di sentire gente che non apprezza il posto in cui vive, che denigra il lago (reo di avere le zanzare... ma è un lago, è normale!) e le sue coste, che non sa vedere la bellezza.
Ma se non amiamo e celebriamo noi il posto dove viviamo, come fanno i toscani c'è da darne merito e lode, chi lo farà per noi?
Il passaparola dei turisti?
La fortuna?
I nostri politici?

Meglio affidarsi al New York Times, và la...

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code