Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
11 dicembre 2009 5 11 /12 /dicembre /2009 19:13
Ultimamente ho sviluppato un’allergia ulteriore a quella già gravosa agli acari: non riesco a guardare i TG nazionali, né tantomeno i programmi stile Matrix (depennato da quando Chicco è stato defenestrato) o Porta a Porta (che Dio me ne scampi e liberi).
Non sopporto di addormentarmi con la faccia di Berlusconi che mi guarda, scusatemi ma rischio incubi che preferisco risparmiarmi.
Così però, mi taglio fuori da “scandali” e “notizie” importantissime per il nostro paese, su cui però a volte si premura di informarmi per radio la mattina
Tutto Esaurito, uno dei pochi programmi ironici ed intelligenti che ci sono rimasti.
Stamattina si parlava di Fabrizio Corona, e così vengo a sapere che lui ha osato parafrasare le mie parole.
ANATEMA!!!
Proprio lui!!!
NOOOO!!!
Mi vergogno di essere italiano ciancia alla fine del procedimento a suo carico per aver ricattato non so quanti VIP o presunti tali.
Ehi, bello, fai la fila!!!
Io questa cosa l’ho affermata
quasi un anno fa e ora voglio i diritti!!!!
 
Caro Fabry,
tu affermi giustamente che tre anni di galera per te quando in Italia gente come Tanzi se ne sta  a panza all’aria in una villa da 800 metri quadri ti disgustano. Ma il fatto che indagati, pregiudicati e personaggi con una moralità così infima che nemmeno il Napisan potrebbe nulla ci governano non ti fa né caldo né freddo?? Ti stupisce che per reati come quelli di Tanzi negli USA (paese che non venero, per carità, ma quando ci vuole ci vuole) vengano dati 96 ergastoli e a lui qui in Italy nulla?
E non ti stupisce che un dittatore ci governi indisturbato tra l’indifferenza dei media?
Coroncino mio, tu che hai un gusto
così squisito, devo esser sincera: ti facevo più smaliziato come provocatore. Agli italiani non gliene frega una emerita cippalippa dell’altro, a meno che  non gli venga a calpestare l’orto. Tu fino a ieri eri bulo (ndr. figo in perugino), eri l’italiano guascone, spaccone e furbo, arricchito sulla pelle degli altri. Da domani, o da dopodomani poco cambia, sparirai nella nebbia dei tempi. E saluti al secchio.
Se gli italiani si scandalizzassero per la tua sentenza, dovrebbero prima scandalizzarsi di cose ben più gravi.
 
Di un governo che pone la fiducia anche per decidere il menu del pranzo di Natale della Camera, ad esempio.
 
Di avere come Ministro della Giustizia uno come Angelino Alfano, la cui famiglia è nota in Sicilia per le sue collusioni mafiose e per aver difeso chiunque li pagasse. Senza parlare di Fitto, un personaggio talmente colluso con tutto da sembrare candido per paradosso.
 
Di vedere portare avanti una riforma per il cd. “processo breve”, tacciato da chiunque abbia studiato almeno fino alla seconda media di
incostituzionalità. Lo avversa Casini, lo contrasta Fini. Solo Bersani sta zitto. Un processo che prediligerebbe la rapidità al giusto processo, una specie di Mc Donald della giustizia. Un Mc Chicken, due patatine e tre assoluzioni. Burp.
 
Di vedere come portabandiera della sinistra gente vecchia (e non solo anagraficamente) come Bersani, pavida ed accurata. Morta. Nulla.
 
Di vedere l’eminentissimo PdC infangare continuamente
i poteri dello stato, stavolta pure dall’estero. Prima il potere giudiziario brutto e comunista, poi il Presidente della Repubblica che è il più comunista di tutti, infine con Fini reo di non essere idiota, prossimamente San Pietro. Ah, no, i presti non si toccano, dimenticavo. E poi, in ogni caso, sono i cattivi che ce l’hanno tutti con lui. Ecco. Oh.
 
Immaginare che, nonostante questo e molto molto di più, andando oggi al voto anticipato vincerebbe ancora LUI per mancanza di alternative e perché siamo un popolo così pecorone e becero da non meritare altro.
 
E mi fermo qui, perché sono stufa anche di parlarne. Perciò, caro Fabrizio mio, non te la prendere se come Robin Hood non sei stato apprezzato.
C’è di peggio, Fabrì.

Fidati...

Condividi post

Repost 0
Published by phoebe1976 - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code