Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 gennaio 2014 6 04 /01 /gennaio /2014 22:01

waitInsomma, eccoci qui.
Il 2013 maledetto se ne è andato, il 2014 è arrivato e secondo moltissimi stati di FB sarà il migliore di sempre. Come tutti gli anni nuovi, del resto. Per me, però, questo sarà certamente un anno diverso, un anno di cambiamento e di cambiamenti.
Sopravviverò? Cambierò? Resterò me stessa o evolverò in una nuova specie di me?
Ancora non lo so. So solo che aspetto. Sì, sono in attesa e non sono mai stata brava ad avere pazienza, anzi tutt'altro.
Ma questa è una attesa molto diversa, che non dipende da nessuno, men che meno da me. Non si può far nulla, tranne aspettare che la piccola deliziosa buzzicona che abita la mia pancia si decida a venire a vedere com'è questo mondo.

Intanto passo il tempo vegetando. H o sempre immaginato che avrei scritto, o letto tutto il giorno. O comunque fatto qualcosa di interessante ed intelligente, insomma qualcosa che fosse cstruttivo.
Invece non faccio che vivacchiare sul divano giocando a Candy Crush Saga (programmatore di CCS, che tu sia maledetto!) e dormicchiando. Una ameba, avete presente? Al massimo mi metto a guardare programmi trash come "Il mio grosso grasso matrimonio gipsy" o "16 anni incinta".
Costruttivo, eh.
Soprattuttutto per la piccola.
Non le ho nemmeno fatto ascoltare musica classica durante la gravidanza.
MAI. Al massimo Max Gazzè. 
Madre degenere sin dall'inizio.

Comunque sono qui che aspetto.
Potrebbe essere domani o tra dieci giorni, ma in ogni caso ormai ci siamo.

Lo posso dire? Sono in ansia. Come sarà? Sarà doloroso?
Ma soprattutto, poi? Che cosa succederà dopo? Sarò in grado?
Dicono tutti che saprò cosa fare per istinto, che ogni donna se lo porta dentro nel DNA. E se invece io ne fossi sprovvista? Se non sapessi nemmeno prendere in braccio mia figlia?
Oddio, mia figlia.
Al momento non la riesco nemmeno ad immaginare e forse per questo proprio adesso sta trasmettendomi tutte le due rimostranze spingendo i suoi piedini contro il mio sterno. Come darle torto, in fondo?
Io le dovrei dare certezza e sicurezza, e invece non ce l'ho nemmeno per me.
Tutte le mia amiche mi dicono che è normale, che appena la vedrò cambierà tutto.

Bèh, ve lo farò sapere...

Condividi post

Repost 0
Published by Phoebe - in vita vissuta
scrivi un commento

commenti

Tutto quello che c'è nella mia testa...vita, amore, arte, libri, immaginazione, musica. Il tutto naturalmente immerso nella confusione più totale. Poco? Qualche volta, pure troppo!!!

Piccolo spazio pubblicità



Varie ed Eventuali

Il tarlo della lettura





buzzoole code